In questa drammatica situazione che sta vivendo il ciclismo italiano, con l’esclusione dal Giro d’Italia di due squadre le cui aziende sponsor hanno già anticipato l’uscita dal nostro sport – ha dichiarato Gianni Savio – abbiamo richiesto un intervento ufficiale alla Federazione Ciclistica Italiana per il bene non sono della nostra squadra, ma del movimento ciclistico italiano stesso, che in questa situazione rischia di sparire.

Chiediamo ufficialmente alla Federazione di intervenire congiuntamente con RCS Sport presso la UCI chiedendo la riduzione del numero di corridori per ogni squadra, in modo da permettere l’ingresso dei due team al momento esclusi.

Pensiamo a noi, Androni Giocattoli Sidermec, e alla Nippo Fantini: richiedere una sola Wild Card sarebbe una “lotta fratricida” che porterebbe comunque alla fine di una delle due formazioni italiane, quella esclusa.

Pertanto chiediamo un intervento drastico, che permetta a entrambe di sopravvivere.

Per questo motivo – ha ancora detto Gianni Savio –  ribadisco i punti salienti che esporrò nella conferenza stampa al rientro dal Venezuela, che dimostrano come la nostra squadra abbia diritto a partecipare al Giro d’Italia.

Abbiamo un vero progetto oggettivamente reale – ha sottolineato ancora il ds del Team Androni Sidermec – è il progetto giovani. Abbiamo ingaggiato i giovani tra i più forti: Matteo Malucelli e gli Under 23 azzurri – Davide Ballerini, Fausto Masnada e Andrea Vendrame – salito sul podio al Campionato Europeo U23 – oltre a Egan Bernal – il giovane talento colombiano che è stato una delle rivelazioni del 2016.

Abbiamo Francesco Gavazzi, che lo scorso anno ha ottenuto una lunga serie di piazzamenti che l’hanno portato al secondo posto della classifica individuale della Coppa Italia, vinta da Sonny Colbrelli – ora passato in una squadra Pro Tour. Gavazzi, vincitore al Giro del Portogallo e trionfatore in Italia del Memorial Pantani è l’unico corridore tra i primi 100 nel ranking mondiale UCI tra le 5 squadre (le 3 invitate e le 2 escluse).

E sempre valutando il ranking mondiale UCI, tenendo conto dei primi 3 corridori di ogni squadra, con Francesco Gavazzi, Rodolfo Torres e Andrea Palini risultiamo la prima classificata tra le 5 squadre.

Confidiamo nell’intervento della Federazione Ciclistica Italiana per ottenere un posto che meritiamo.

Gianni Savio