Rientrano stamattina da Benidorm i corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec. Il primo vero collegiale dell’anno, infatti, per i campioni d’Italia si è chiuso ieri in terra spagnola dopo tredici giorni di allenamenti. Ora tutti a casa a festeggiare il Natale in attesa delle nuove importanti sfide del 2020.

«In questo primo raduno i nuovi arrivati si sono integrati bene nel gruppo ed è subito emersa un’armonia tra le varie componenti. La determinazione con cui i ragazzi hanno affrontato gli allenamenti e i risultati dei vari test, lasciano prevedere una squadra nuovamente competitiva anche nella prossima stagione» spiega il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio, che è stato a Benidorm dai suoi corridori per riunioni e incontri utili a pianificare al meglio il nuovo anno ormai pronto a partire.

La squadra, che nel 2019 ha fatto registrare 32 vittorie, debutterà poco prima di metà gennaio alla Vuelta al Tachira in Venezuela.

A Benidorm per l’Androni Giocattoli Sidermec, che prima della partenza era stata all’Istituto di Medicina dello Sport di Torino per le consuete visite mediche, era presente quasi tutto l’organico, eccezion fatta per i sudamericani Rivera, Munoz e Florez, rimasti al caldo dei loro paesi per gli allenamenti. Il raduno, al di là di allenamenti e test fisici, questi ultimi alla presenza dei due medici Maurizio Vicini e Andrea Giorgi, è servito anche per amalgamare un gruppo che rispetto all’anno passato conta dieci nuovi innesti, la metà esatta della squadra.