Masnada sul podio di Bolzano (Bettiniphoto).

Semplicemente eccezionale. Fausto Masnada tira dritto, è proprio il caso di dire, e vince anche l’ultima tappa del Tour of the Alps con arrivo a Bolzano.

Dopo l’acuto nella frazione di ieri l’altro a Baselga di Pinè, lo scalatore bergamasco dell’Androni Giocattoli Sidermec si è ripetuto con una piccola impresa nella frazione conclusiva, dove a lungo ha accarezzato anche il sogno di ribaltare completamente la classifica generale.

In fuga con una ventina di corridori fin dai primi chilometri, Masnada è rimasto prima nel drappello a sei che aveva preso a guidare sulla prima salita, per poi forzare sulla seconda e ultima ascesa quando il gruppo viaggiava a quasi sette minuti di ritardo. A quel punto al 25enne bergamasco si è attaccato il colombiano Quintero, mentre dietro per recuperare parte del gap ha dovuto lavorare a lungo Chris Froome, prima dei ripetuti attacchi di Vincenzo Nibali, cui ha sempre risposto il leader Sivakov. Nel drappello dei big è sempre rimasto, con buon piglio, anche l’altro Androni Giocattoli Sidermec Mattia Cattaneo. Ad un chilometro e mezzo dall’arrivo di Bolzano, poi, Masnada ha piazzato l’allungo sul modello di Baselga di Pinè, quel tanto che è bastato per scrollarsi di dosso il colombiano e vincere a braccia alzate la frazione dopo 148 chilometri (più di 120 quelli in fuga).

Ottavo chiudeva Cattaneo nel gruppetto dei migliori (a 2”14”), subito alle spalle di Nibali e di un paio di posizioni davanti al leader Sivakov (Sky) che così conservava il primato.

In generale Cattaneo ha chiuso quarto appena giù dal podio, guadagnando due posizioni rispetto a ieri, a 1’03” da Sivakov, con Geoghegan Hart secondo e Nibali terzo. Masnada con la grande azione di oggi ha scalato posizioni su posizioni per terminare, dopo cinque tappe, al quinto posto a 1’13” (al mattino era partito con un gap di 3’37”).

Per Masnada quella di oggi è la quarta vittoria da professionista, la seconda entusiasmante al Tour of the Alps dopo quella dell’altro giorno. Per l’Androni Giocattoli Sidermec il terzo successo in tre giorni e l’undicesimo in stagione, a chiusura di un Tour of the Alps davvero eccezionale per i ragazzi del team manager Gianni Savio.