Finisce come era iniziata la Vuelta al Tachira per l’Androni Giocattoli Sidermec. I campioni d’Italia nell’ultima frazione di oggi a San Cristobal, infatti, hanno bissato il successo della prima tappa. Dopo Benfatto al debutto, questa volta è toccato a Miguel Florez imporsi. Il 22enne colombiano, alla prima corsa con la maglia dei campioni d’Italia, ha superato in volata un gruppo ristretto dopo una tappa, l’ottava della gara venezuelana, diventata difficile e nervosa sull’insidioso circuito di San Cristobal. Florez ha preceduto Orluis Aular e Sergio Martinez e tutti i migliori della Vuelta che si erano avvantaggiati nel finale.

Florez nelle frazioni precedenti aveva dimostrato di avere un’ottima condizione: per lui erano arrivati un quarto, un quinto e un sesto posto, tra la seconda e la settima tappa. Il giovane colombiano ha chiuso al quinto posto la classifica generale del Tachira, vinto da Briceno.

Più che soddisfatto il team manager dei campioni d’Italia Gianni Savio: «Sono molto contento per Miguel Florez e la sua vittoria. È un ragazzo nel quale credo e penso che quest’anno possa essere rilanciato. Ha avuto due stagioni sfortunate, ma ho fiducia in lui. È un corridore di talento, me lo ha confermato anche Michele Bartoli che lo allena. Florez, che già avevo seguito un paio di stagioni fa, ha dimostrato di essersi preparato molto bene per la sua prima corsa con noi».

Per l’Androni Giocattoli Sidermec si è così chiusa nel migliore dei modi una Vuelta al Tachira che si era aperta bene, ma che poi era proseguita nel segno della sfortuna con i problemi per Fedrigo, Benfatto e Rivera.