Si è chiusa con la tappa di Sassuolo la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, che era scattata mercoledì scorso da Gatteo, e con i buoni piazzamenti dei corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec, ancora protagonisti di giornata.

Nell’insidiosa frazione di chiusura, vinta da Mauro Finetto con la maglia della nazionale, hanno chiuso al sesto posto Matteo Montaguti e al decimo Miguel Florez. Nel gruppetto dei migliori anche Mattia Cattaneo e Fausto Masnada. In evidenza anche Francesco Gavazzi, bravo ad entrare nella fuga che ha segnato in pratica tutta la tappa prima dell’ultimo giro del circuito finale. In classifica generale, che ha visto il successo di Hamilton della Mitchelton, il migliore dei campioni d’Italia è stato il forlivese Matteo Montaguti che ha terminato in decima posizione. Appena fuori dalla top ten Mattia Cattaneo e Fausto Masnada. A riprova della regolarità del team, nella classifica a squadre l’Androni Giocattoli Sidermec ha chiuso al terzo posto dietro a due team World Tour come Mitchelton e Movistar.

Al termine dei cinque giorni della corsa emiliano-romagnola il bilancio per i campioni d’Italia guidati in ammiraglia da Giovanni Ellena e Alessandro Spezialetti, è positivo: nella prima semitappa, infatti, era arrivato il terzo posto di Belletti, poi il sesto di Cattaneo a Sogliano, il secondo di Gavazzi a Forlì, il nono di Belletti ieri a Crevalcore, prima della chiusura di oggi. Senza dimenticare che i corridori di Gianni Savio erano stati bravissimi pure nella cronometro a squadre, chiusa con un lusinghiero quinto posto.

Anche dalla Francia, dove era impegnata un’altra parte della squadra guidata dal direttore sportivo Giampaolo Cheula, sono arrivate, ieri e oggi, buone prestazioni per l’Androni Giocattoli Sidermec. Sabato alla Classic Loire Atlantique, vinta da Barbier, il più in palla dei campioni d’Italia è stato Andrea Vendrame (15°), il veneto che si conferma adatto alle corse vallonate della Francia. Oggi allo Cholet Pays de la Loire ancora Vendrame protagonista con un dodicesimo posto nella volata vinta dal francese Sarreau. Top venti anche per Mattia Frapporti.