PER L'ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC CASCHI E OCCHIALI SALICE ANCHE NEL 2019

Mattia Cattaneo con Anna Salice e Gianni Savio alla conclusione del Giro di Lombardia.

Una partnership vincente che andrà avanti anche nel 2019. È quella tra Androni Giocattoli Sidermec e Salice Occhiali. L’azienda comasca di Gravedona anche per la stagione prossima, la terza consecutiva, sarà al fianco dei campioni d’Italia, cui fornisce caschi e occhiali dall’inconfondibile linea tricolore.

Caschi e occhiali, con i modelli Levante e 016 e 018 in particolare, ma non solo tra Salice e il team in un 2018 intenso da rivivere in mezzo ai tanti successi: in maggio l’azienda di Gravedona è stata tra i brand nello stand di Asteel - l’agenzia che si occupa della comunicazione del team - presente al villaggio di partenza delle tappe del Giro d'Italia. E sempre dalla corsa rosa il logo Salice ha fatto capolino anche sulle maniche della maglia dell’Androni Giocattoli Sidermec, una delle più viste dell’intera stagione.

Sul prolungamento dell’accordo arrivano le parole del team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «Indosseremo con orgoglio i caschi e gli occhiali Salice anche l'anno prossimo. Salice è sinonimo di italianità e rappresenta energia, forza e velocità, concetti che la nostra squadra intende esprimere in tutto il mondo con la stessa passione e determinazione con cui la dott.ssa Anna Salice conduce la sua azienda». Parole importanti di stima, cui seguono direttamente quelle di Anna Salice, che proprio in occasione del recente Giro di Lombardia ha seguito dal vivo i campioni d’Italia: «Quella con il team Androni Giocattoli Sidermec è una partnership importante per Salice Occhiali, che ci consente di aumentare la riconoscibilità del brand nel mondo del grande ciclismo. Inoltre, mi piace sottolineare come la forte italianità della nostra azienda, trasmessa anche con il pay off “vedi italiano”, abbia trovato nel team di Gianni Savio il miglior veicolo possibile. È bello che nel 2019 Salice Occhiali possa festeggiare cento anni equipaggiando il team campione d’Italia dei professionisti e partecipando anche al Giro d’Italia».


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC VINCE ANCHE AD HAINAN: SUCCESSO ALLO SPRINT PER MANUEL BELLETTI

Dopo i buoni piazzamenti e la sfortunata fuga di Fausto Masnada, ieri ripreso a 100 metri dal traguardo, l’Androni Giocattoli Sidermec oggi si rifà immediatamente al Tour of Hainan. Protagonista Manuel Belletti, che vince in volata la terza tappa (Chengmai-Qionghai di 231 chilometri) della corsa cinese.

Ben supportato dal team e in particolare da Davide Ballerini nell’ultimo chilometro, il velocista romagnolo ha vinto al fotofinish davanti a Kreder, Page, Mareczko e Guardini. Sesto posto per l’altro Androni Giocattoli Sidermec Marco Benfatto che bissa così lo stesso piazzamento della tappa di ventiquattro ore prima.

Beffa ieri con Masnada, solo un un po’ di suspence oggi, invece, nell’attesa del fotofinish e della vittoria di Belletti al colpo di reni. Il romagnolo, già terzo nella prima frazione, sulle strade dell’isola di Hainan ha centrato la quarta vittoria stagionale dopo una tappa al Tour de Langkawi, una al Giro d’Ungheria cui aveva aggiunto anche la classifica generale.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec si tratta, invece, della 32ª vittoria di una incredibile stagione che si concluderà il 31 ottobre proprio con l’ultima tappa del Tour of Hainan e che ha già visto il team ripetersi nella challenge della Ciclismo Cup.

Soddisfatto anche il team manager Gianni Savio che dall’Italia (a seguire i corridori ad Hainan c’è il direttore sportivo Alessandro Spezialetti) si congratula con i suoi corridori: «Bravissimo Manuel e complimenti a tutta la squadra. Belletti, che con Frapporti e Gavazzi è uno dei tre senatori del team, è un punto di riferimento importante come guida per i giovani. Si tratta di corridori esperti, capaci anche di vincere. Non a caso, proprio Manuel Belletti sino ad ora ha ottenuto quattro successi e piazzamenti importanti al Giro d’Italia».


ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC E IVARS ANCORA INSIEME

Da sinistra, Alessandro Bisolti, Marco Bellini, Sergio Ebenestelli e Marco Frapporti.

È uno dei nomi più importanti e lo sarà anche l’anno prossimo. Ivars, l’azienda bresciana che produce componenti e accessori plastici per sedute e mobili, sarà a fianco di Androni Giocattoli Sidermec anche per il 2019.

L’accordo è stato siglato nei giorni scorsi da Sergio Ebenestelli di Ivars e Marco Bellini, responsabile marketing e sponsor del team che anche quest’anno ha conquistato il campionato italiano a squadre. Tocca proprio a Bellini spiegare con soddisfazione il rinnovo della partnership con l’azienda di Vestone che nel 2017 aveva festeggiato i 70 anni: «Siamo molto soddisfatti del rapporto che si è venuto a creare con Ivars. Questo rinnovo è anche indice del buon lavoro fatto in questi anni e in particolare nell’ultimo. Ivars non ha mancato di cogliere al meglio le opportunità per sviluppare ancor di più la sponsorizzazione. Da parte nostra crediamo, con i risultati sportivi ma non solo, di essere riusciti a dare una grande vetrina all'azienda, a cominciare dal Giro d’Italia».

Proprio il Giro d’Italia, transitato da Vestone nella Riva del Garda-Iseo, ha rappresentato per il 2018 uno dei momenti più intensi della partnership tra Ivars e Androni Giocattoli Sidermec. Quel giorno di maggio la carovana del Giro fece sosta davanti all’azienda che colse l’occasione per organizzare una vera e propria festa al passaggio dei corridori. Alla corsa rosa il marchio Ivars, presente sul fianco delle maglie dei campioni d’Italia, è risultato televisivamente uno dei più visti dell’intero gruppo. I continui attacchi e le belle prestazioni dei corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec hanno regalato grande visibilità al marchio dell’azienda di Vestone, che proprio in occasione del Giro si era presentato nella sua nuova veste grafica. È altresì bello ricordare come uno dei protagonisti dell’ultimo Giro d’Italia in casa Androni Giocattoli Sidermec sia stato Marco Frapporti, corridore della Val Sabbia, sempre vicino a Ivars. Impossibile, insomma, chiedere di più, con un corridore valsabbino in maglia griffata Ivars in testa al gruppo.

Sul rinnovo della partnership, che al Giro 2018 ha vissuto pure sulla presenza di Ivars con altri sponsor della squadra al villaggio di partenza delle tappe, arrivano anche le parole del team manager dei campioni d’Italia Gianni Savio: «La Ivars è un’importante realtà internazionale e siamo orgogliosi di poterne essere ambasciatori sportivi, portando in tutto il mondo il loro marchio accostato allo scudetto tricolore appena riconquistato». Infine, il commento di Sergio Ebenestelli, vice presidente di Ivars: «Il rinnovo della sponsorizzazione rappresenta un ulteriore impegno per mettere l’uomo al centro del processo evolutivo. L’impegno del ciclista per raggiungere un traguardo è un simbolo di costanza e attenzione, di voglia di arrivare, di guardare lontano, valori per i quali la nostra azienda lavora costantemente assieme a tutti i dipendenti e collaboratori per offrire soluzioni adeguate, innovative e performanti ai nostri clienti».

Ivars, presente oltre che sulle maglie anche su tutti i mezzi ufficiali del team, avrà nuovamente nel 2019, dunque, un posto speciale nell’”asset” dei campioni d’Italia del ciclismo, già certi della wild card di invito al prossimo Giro d’Italia.


SI CONCLUDE AD HAINAN IL 2018 DELL’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

L'Androni Giocattoli Sidermec alla partenza della Milano-Torino (Bettiniphoto).

Quello che scatterà martedì dall'isola di Hainan, per concludersi il 31 di ottobre, sarà l’ultimo appuntamento di corsa del 2018 per l’Androni Giocattoli Sidermec.

Nove le tappe in programma per la gara cinese che si aprirà con la Danzhou-Danzhou, completamente pianeggiante, di 90 chilometri.

A distanza di poche settimane i campioni d’Italia, che in patria hanno bissato il successo nella Ciclismo Cup, con il Tour of Hainan tornano a correre in oriente dopo il Tour of China I e II, che bene avevano detto al team.

Per l’ultima fatica di una stagione, che si era aperta a gennaio in Venezuela con la Vuelta al Tachira, per l’Androni Giocattoli Sidermec saranno sette i corridori impegnati: Davide Ballerini, Manuel Belletti, Marco Benfatto, Marco e Mattia Frapporti, Fausto Masnada e Mattia Viel. In ammiraglia ci sarà il direttore sportivo Alessandro Spezialetti.

Per Davide Ballerini, l’anno prossimo in gruppo con la maglia dell’Astana, sarà l’ultima gara con la maglia dei campioni d’Italia.


ANCHE L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC A FESTEGGIARE EGAN BERNAL

Proprio non poteva mancare l’Androni Giocattoli Sidermec alla festa in onore di Egan Bernal. E così è stato nella bella serata che il fan club ufficiale italiano del giovane scalatore di Colombia ha organizzato ieri a Cuorgnè.

Due ore abbonanti per la gente del canavese, diventato la seconda casa di Egan proprio negli anni di militanza nell’Androni Giocattoli Sidermec, per stringersi attorno al campione che da quest’anno difende i colori del team Sky.

Si è raccontato e ha raccontato Egan davanti alla bella platea che ha gremito il teatro Margherita. "Dietro" alle domande di Vladimir Chiuminatto, presidente e anima del fan club, sono intervenuti anche gli amici canavesani più stretti di Egan, che è arrivato all’appuntamento con la compagna Xiomara. Alla serata non ha mancato l’assessore regionale allo sport del Piemonte Giovanni Maria Ferraris e l’ex campione Franco Balmamion. Su tutte, però, sono state le voci Androni Giocattoli Sidermec del team manager Gianni Savio e del direttore sportivo Giovanni Ellena a stagliarsi sulle altre, tra aneddoti e ricordi dei due anni trascorsi da Bernal tra le fila dei campioni d’Italia. Ad augurare buona fortuna ad Egan anche Elvio Chiatellino, l’imprenditore che ama il ciclismo. A teatro a fianco di Egan per l’Androni Giocattoli Sidermec c’erano anche i corridori Ivan Sosa e Kevin Rivera, che tanto si sono allenati sulle strade piemontesi con lo scalatore di Sky, e il nuovo arrivo Daniel Munoz.

La serata canavesa, nella quale l’Androni Giocatoli Sidermec ha “giocato in casa” con Giovanni Ellena che proprio di quelle zone è, è servita anche al team manager Gianni Savio per salutare e rivedere vecchi amici: significativo e sentito l’abbraccio con Antonio Cesarino, presidente del Vallorco calcio, la squadra dove Savio aveva giocato in gioventù prima di far partire la sua avventura nel mondo del grande ciclismo.

 


IL GRAN BILANCIO DELLA CICLISMO CUP: CAMPIONI D’ITALIA, MA NON SOLO

La squadra premiata da Enzo Ghigo al Gran Piemonte (www.sirotti.it).

Con la stagione che regalerà ancora un appuntamento in Cina e nel frattempo ha già concesso giorni utili al lavoro in vista della prossima, per l’Androni Giocattoli Sidermec c’è ancora modo di ritornare sulla vittoria della Ciclismo Cup.

Come un anno fa, dunque, l’Androni Giocattoli Sidermec, è campione d’Italia (per la sesta volta dal 2007) al termine di un anno intenso nel quale la Ciclismo Cup ha rappresentato uno degli obiettivi principali per il team di Gianni Savio.

Da febbraio con il Laigueglia e fino al Gran Piemonte di ottobre - tutte finali di Champions come ha ripetuto ad ogni riunione tecnica Gianni Savio, facendo un paragone calcistico per sottolineare l’importanza delle gare - è stata un’Androni Giocattoli Sidermec sempre in prima fila, pronta ad attaccare e a controllare a seconda delle dinamiche di corsa. Così è arrivato il titolo tricolore dopo 18 prove, per una classifica che alla fine recitava: prima Androni Giocattoli Sidermec con 854 punti, davanti a Bahrain Merida (733) e Bardiani Csf (576), poi Nippo Vini Fantini, Wilier Selle Italia e Uae più staccate. Gran successo, dunque, davanti anche ad un team world tour, per una challenge che vuole dire pure Giro d’Italia. Infatti, i campioni d’Italia con la vittoria si sono già guadagnati il diritto ad avere una wild card per la prossima corsa rosa.

Il successo nella classifica a squadre della Ciclismo Cup non è stato il solo per il team di Savio nella challenge proposta dalla Lega del Ciclismo Professionistico guidata da Enzo Ghigo. A vincere la classifica degli under 25, infatti, è stato Davide Ballerini, con Sosa quarto e Masnada quinto. La grande prestazione di squadra si è rispecchiata anche nella graduatoria individuale della Ciclismo Cup, dove l’Androni Giocattoli Sidermec ha piazzato ben sei corridori nei primi quindici: Ballerini secondo (dietro al vincitore Pozzovivo), Gavazzi settimo, Belletti nono, Sosa dodicesimo, Cattaneo quattordicesimo e Masnada quindicesimo. Proprio tre prove della Ciclismo Cup sono state ad appannaggio di un corridore dell’Androni Giocattoli Sidermec: l’Adriatica Ionica Race con Sosa, il memorial Pantani e il trofeo Matteotti con Ballerini. Non male per un’altra stagione da tricolore sul petto.


PRIMO RADUNO A CESENATICO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Neppure il tempo di archiviare il successo nella Ciclismo Cup e il Giro di Lombardia di sabato, chiusura del calendario italiano del grande ciclismo, che l’Androni Giocattoli Sidermec è già pronta a ripartire per la stagione 2019.

È in programma, infatti, da questa sera a mercoledì, il primo raduno in vista del prossimo anno per i campioni d’Italia. Il team di Gianni Savio si dà appuntamento a Cesenatico all’hotel da Vinci, come spesso già successo in passato: ancora una volta squadra e personale saranno ospiti di Pino Buda, l'appassionatissimo patron di Sidermec.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec questo primo incontro sarà l’occasione per fare il punto sulla preparazione, sui primi impegni della stagione prossima e sui materiale tecnici che accompagneranno i corridori per tutte le corse. Due gli appuntamenti extra: martedì, infatti, è prevista una conferenza stampa per i media locali della Romagna e mercoledì tutta la squadra al completo con Pino Buda sarà ospite negli studi di Tele Romagna.

Il team va ricordato, grazie alla conquista della Ciclismo Cup, anche per il 2019 si è garantito la wild card per il prossimo Giro d’Italia. Dopo questi tre giorni di raduno l’Androni Giocattoli Sidermec dal 23 al 31 ottobre sarà poi impegnata nell’ultimo impegno stagionale in oriente al Tour of Hainan.


CATTANEO TIENE ALTI I COLORI DELL’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL LOMBARDIA

Da sinistra, Mario Androni, Mattia Cattaneo, Anna Salice e Gianni Savio al termine del Giro di Lombardia a Como.

È stato un bel Giro di Lombardia a chiudere la stagione italiana del grande ciclismo. E per l’Androni Giocattoli Sidermec è stata anche la prima uscita ufficiale dopo la conquista della Ciclismo Cup, suggellata con gli ultimi punti conquistati al Gran Piemonte di giovedì. Dopo la foto con la maglia celebrativa appositamente realizzata dal maglificio bergamasco Rosti, che fornisce l’abbigliamento del team, ed esibita sul palco firma della classica monumento proprio a Bergamo, l’Androni Giocattoli Sidermec ieri verso il traguardo di Como non ha mancato di essere, come di consueto, protagonista.

Nella fuga che ha segnato buona parte della corsa si è inserito un generosissimo Davide Ballerini, alla penultima corsa con la maglia dei campioni d’Italia. Nel finale, con l’attacco dei big che ha portato alla vittoria in solitaria di Pinot con Nibali secondo, si è difeso con onore Mattia Cattaneo. Lo scalatore bergamasco, già quarto alla Milano-Torino di mercoledì, ha chiuso nella top 20 di una gara che ha visto i migliori affrontarsi a viso aperto fin dal muro di Sormano.

Cattaneo ha chiuso in 19ª posizione a 3’33” dal francese. E sul traguardo del lungo lago di Como ad attendere e applaudire il corridore con il team manager Gianni Savio è arrivato anche il main sponsor della squadra Mario Androni. A seguire le fasi conclusive della prestigiosa corsa e a complimentarsi con i corridori della squadra campione d’Italia anche Anna Salice di Salice Occhiali, importante partner tecnico che equipaggia i corridori con caschi e occhiali. Per Salice, che ha sede a Gravedona proprio nel comasco, c’era anche Paolo Tiraboschi, responsabile commerciale dell’azienda.

L’Androni Giocattoli Sidermec, che con la conquista del campionato italiano a squadre si è garantita la wild card per il Giro 2019, vedrà terminare il suo 2018 con il Tour of Hainan in Cina dal 23 al 31 ottobre.


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC PRONTA PER IL LOMBARDIA

Dopo il podio di ieri al Gran Piemonte e la conquista, per il secondo anno consecutivo, della Ciclismo Cup, l’Androni Giocattoli Sidermec è pronta per l’ultima corsa monumento dell’anno, il Giro di Lombardia.

La classica delle foglie morte, che partirà da Bergamo per concludersi a Como dopo 241 chilometri esattamente come un anno fa, rappresenta l’appuntamento di chiusura della stagione italiana per il team che si è guadagnato il diritto ad avere una wild card per il prossimo Giro d’Italia e che prima di fine ottobre sarà ancora impegnato in Oriente ad Hainan.

Al via domani mattina per quello che viene definito il mondiale d’autunno per l’Androni Giocattoli Sidermec ci saranno Davide Ballerini, fresco terzo classificato al Gran Piemonte, Mattia Cattaneo, reduce dalla brillante Milano-Torino di mercoledì, Marco e Mattia Frapporti, Francesco Gavazzi, Ivan Sosa e Matteo Spreafico.


Il PODIO DI BALLERINI AL GRAN PIEMONTE SUGGELLA LA CICLISMO CUP DELL’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Non finiscono i podi per l’Androni Giocattoli Sidermec. Al Gran Piemonte di oggi, da Racconigi a Stupinigi per 190 chilometri di corsa, è arrivato il brillante terzo posto di Davide Ballerini, frutto dell’ennesima bella prestazione stagionale del giovane canturino che certo lascerà un buon ricordo in casa Androni Giocattoli Sidermec.

Gara segnata dalla pioggia e conclusa in volata il Gran Piemonte, che oltre al terzo posto di Ballerini ha portato ai campioni d’Italia anche il sesto di Manuel Belletti nella volata vinta da Sonny Corbelli sul francese Senechal.

Ma la terza corsa di questa intensa settimana è servita anche e soprattutto a sancire la conquista della Ciclismo Cup da parte dell’Androni Giocattoli Sidermec - premiata sul palco di Stupinigi dal presidente della Lega Enzo Ghigo - che bissa così il successo dell’anno passato e ottiene il diritto a partecipare al prossimo Giro d’Italia.

Per il team di Gianni Savio, che anche oggi nell’atto conclusivo della challenge tricolore ha seguito i suoi ragazzi con la solita determinazione e attenzione, la prima uscita da neo campioni d’Italia 2018 sarà il Giro di Lombardia di sabato.