MASNADA FA ESULTARE L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL TOUR OF THE ALPS

L'arrivo di Fausto Masnada (Bettiniphoto).

Vittoria! Alza le braccia al cielo Fausto Masnada al Tour of the Alps. E fa festa l’Androni Giocattoli Sidermec. Lo scalatore bergamasco ha vinto con un colpo di mano ai meno due chilometri dall’arrivo la terza frazione della corsa a tappe scattata ieri l’altro dall’Austria. Una bellissima azione quella di Masnada che nel finale si è trovato nel drappello della decina di migliori arrivati a giocarsi il successo. Tra loro, Nibali, Majka e il leader Sivakov e l’altro Androni Giocattoli Sidermec Mattia Cattaneo.

La Salurn/Salorno-Baselga di Pinè di 106 chilometri è stata tappa difficile, per il profilo altimetrico, e nervosa, per il suo dispiegarsi. Nella prima fase aveva segnato la corsa una fuga di una dozzina di corridori, tra i quali si era inserito Francesco Gavazzi. Poi il difficile finale con Cattaneo sempre in prima fila e Masnada (quarto ieri) che perdeva qualche metro solo prima dello scollamento dall’ultima rampa a poco più di tre chilometri dalla linea. Gap subito colmato, prima del gran colpo di mano ai meno due chilometri ad anticipare i grandi della corsa, per andare a vincere con 5” di margine sul secondo (Geoghegan della Sky), su Majka, Nibali e così via. Decimo con lo stesso tempo Mattia Cattaneo che ha conservato la terza posizione in classifica generale (guida sempre Sivakov). Masnada, invece, è risalito in decima piazza. Per il bergamasco è il terzo successo in carriera dopo i due ad Hainan lo scorso anno. Per l’Androni Giocattoli Sidermec la nona vittoria in una stagione che sta vivendo in queste ultime tre settimane momenti eccezionali.

Felicissimo il 25enne Fausto Masnada: «Ho fatto uno scatto ed è stato quello giusto. La vittoria di oggi paga del grande lavoro fatto e dei tanti sacrifici. Sono contento di aver vinto in Italia in una corsa così importante». E a proposito d’Italia: «Sogno di alzare le braccia al cielo in una tappa del Giro».

Il team manager di Androni Giocattoli Sidermec così ha commentato dal traguardo di Baselga di Pinè: «Complimenti alla squadra e in particolare a Fausto Masnada, che ha meritato la vittoria correndo con determinazione e nel finale con grande acume tattico».


CHE BELLA ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL TOTA: CATTANEO TERZO, MASNADA QUARTO

L'arrivo di Cattaneo di oggi; sullo sfondo Fausto Masnada (Bettiniphoto).
Bella tappa e bella Androni Giocattoli Sidermec al Tour of the Alps. Dall’Austria all’Italia con la Reith im Alpbachtal-Schenna/Scena di 178 chilometri, la corsa ha proposto la scalata al monte Giovo a oltre duemila metri di quota e l’insidiosissimo arrivo dopo un toboga finale e pendenze di rilievo negli ultimi cinquecento metri. E se la sono cavata ancora una volta bene i campioni d’Italia con Mattia Cattaneo terzo a 17” dal vincitore Sivakov (Sky), che ha anticipato Hirt (Astana). Subito dietro, quarto di giornata, Fausto Masnada a 22”. Poco dietro i big della corsa, con Majka, Nibali e Bilbao.

Dopo lo scollamento del Giovo erano ben tre gli Androni Giocattoli Sidermec nel gruppetto di testa: oltre a Cattaneo e Masnada, che negli ultimi chilometri hanno provato ad uscire per riacciuffare i due davanti scattati poco prima, c’era anche il colombiano Miguel Florez, poi tredicesimo all’arrivo a 1’06”.

In classifica generale, a tre tappe dalla conclusione, Mattia Cattaneo è ora terzo a 23” dal leader Sivakov. Appena fuori dalla top ten Florez e Masnada, ieri leggermente attardato da un guaio meccanico. Sempre ieri nella tappa d’apertura è stata invece una caduta a mettere fuori gioco Daniel Munoz. Per il giovane colombiano dell’Androni Giocattoli Sidermec il TotA si è concluso subito all’avvio. Gli esami radiografici nel vicino ospedale austriaco di Kufstein, cui si è sottoposto il corridore, accompagnato dal medico del team Andrea Giorgi, hanno evidenziato la frattura della clavicola sinistra.

Sulla tappa di oggi, intanto, arriva il commento del team manager dei campioni d’Italia Gianni Savio: «Complimenti ai ragazzi che hanno interpretato perfettamente la corsa. I risultati ottenuti sono importanti sia per il Tour of the Alps, sia in funzione del Giro d'Italia, obiettivo principale della nostra stagione». Il TotA domani proporrà la sua terza tappa tutta in territorio italiano da Salurn/Salorno a Baselga di Pinè per 106 chilometri.


ANCORA UN SUCCESSO IN FRANCIA PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC CON VENDRAME, PRIMO ITALIANO A VINCERE IL TRO-BRO LEON

E chi lo ferma più? Prosegue il momento magico di Andrea Vendrame che oggi ha vinto il Tro-Bro Leon, classica francese con pietre e sterrato. Dopo 205 chilometri di battaglia il Vendra, come lo chiamano i compagni di squadra, ha fatto valere la legge del più forte, con uno scatto prepotente, nello sprint ristretto tra la decina di corridori che è arrivata a giocarsi la corsa giunta alla 39ª edizione. Il 24enne corridore veneto dell’Androni Giocattoli Sidermec sul traguardo di Lannilis ha infilato uomini forti del calibro di Calmejane e Sarreau. Alle spalle di Vendrame hanno chiuso il belga Planckaert, il danese Vinjebo e i francesi Hardy, Calmejane e Sarreau appunto, Delage, Le Cunff e Delaplace.

Vendrame, premiato al Tro-Bro Leon anche da Claudio Chiappucci, solo una decina di giorni fa aveva vinto l’ultima tappa del Circuit La Sarthe e sabato aveva chiuso di un soffio al secondo posto il Tour du Finistere. Per il veneto è la seconda affermazione dell’anno, la terza in carriera. La curiosità è che le vittorie sono arrivate tutte in terra di Francia. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, che oggi è stata impegnata con un’altra parte della squadra nella prima tappa del Tour of the Alps (11° Cattaneo), è l’ottavo successo in questo 2019.

«Un piccolo record, ma sempre record! Complimenti ad Andrea Vendrame, davvero bravissimo. Con il successo, entra nella storia del ciclismo francese, per esser il primo italiano a vincere il Tro-Bro Leon» commenta il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio che sta seguendo l’altra parte della squadra impegnata al Tour of the Alps. «Per di più una vittoria speciale che arriva nel ricordo di Michele Scarponi, di cui oggi ricorre l’anniversario della scomparsa. È stato nostro grande corridore e rimarrà sempre nei nostri cuori».


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC IN FRANCIA SFIORA IL SUCCESSO CON VENDRAME

Vendrame a La Sarthe (Foto Emilie Drouet).

Vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec in Francia. Il protagonista è ancora Andrea Vendrame che coglie un bel secondo posto al Tour du Finistere, classica francese disputata oggi da Saint-Évarzec a Quimper per 187 chilometri.

Il corridore veneto dell’Androni Giocattoli Sidermec conferma così la sua ottima condizione che solo otto giorni fa gli aveva consentito di vincere una tappa a La Sarthe. Vendrame è stato preceduto dal francese Julien Simon della Cofidis, bravo ad anticipare nello strappato d’arrivo la volata dei migliori. Vendrame ha provato ad allungare e recuperare con un prepotente sprint che gli ha consentito di arrivare ad un passo dal vincitore e di superare nell’ordine i belgi Planckaert e Backaert. Dal quinto posto è scattato il cronometro con il francese Martin a 3”, Thomas a 7”, Rodriguez a 11” e poi il resto del gruppo.

La corsa nella fase iniziale e centrale per l’Androni Giocattoli Sidermec ha visto protagonista anche Mattia Viel, bravo ad entrare nell’azione che ha segnato gran parte della gara. Il corridore torinese è poi stato sfortunato con la rottura del cambio che l’ha costretto ad alzare bandiera bianca.


ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL TOUR OF THE ALPS E IN FRANCIA

Il team al Giro di Sicilia (Bettiniphoto).

Prosegue il fitto calendario che anticipa il Giro d’Italia per l’Androni Giocattoli Sidermec.

Il lunedì di Pasquetta inizierà il Tour of the Alps che si concluderà venerdì 26 aprile dopo cinque tappe. Corsa di tradizione e importanza il Tota (che scatterà dall'Austria per finire a Bolzano) rappresenta uno dei passaggi fondamentali in vista della corsa rosa. Al via per i campioni d’Italia ci sarà una formazione naturalmente votata alla salita, come richiede una corsa esigente dal punto altimetrico quale è l’ex Giro del Trentino: Alessandro Bisolti, Matteo Busato, Mattia Cattaneo, Miguel Florez, Francesco Gavazzi, Fausto Masnada e Daniel Munoz. In ammiraglia ci saranno i direttori sportivi Giovanni Ellena e Leonardo Canciani con il team manager Gianni Savio. Il Tour of the Alps è prova valida per la Ciclismo Cup, la challenge che vede i campioni in carica a poche lunghezze dalla prima posizione.

Dal 25 aprile all’1 maggio, invece, un’altra parte del roster dell’Androni Giocattoli Sidermec correrà al Tour de Bretagne in Francia. Al via saranno Manuel Belletti, Marco Benfatto, Josip Rumac, Mattia Frapporti, Matteo Spreafico e Mattia Viel. Al Bretagne in ammiraglia ci sarà Giampaolo Cheula. Sempre in Francia, come già annunciato, i campioni d’Italia saranno di scena anche oggi a Finistere e lunedì al Tro-Bro Leon.

Non sarà tripla attività la settimana prossima per i campioni d’Italia, invece, solo a causa dell’annullamento all’ultimo del Tour of Croatia, gara che sarebbe dovuta partire martedì 23 per concludersi domenica 28 aprile. «È davvero incredibile che una corsa possa essere annullata a tre giorni dalla partenza con grave danno per le squadre che avevano da tempo programmato tutti gli aspetti tecnici e organizzativi. Fortunatamente il nostro team aveva definito, per questo mese, una tripla attività con partecipazione a Tour of the Alps, Tour of Croatia e Tour de Bretagne. Cancellata la corsa balcanica, potremo quindi dirottare alcuni corridori sulla gara francese» spiega il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio.


VA AVANTI LA CAMPAGNA DI FRANCIA DELL’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

La vittoria di Vendrame a La Sarthe.

È pronta a proseguire con tre appuntamenti la campagna di Francia dell’Androni Giocattoli Sidermec, dopo gli impegni che hanno caratterizzato gli ultimi dieci giorni.

Oggi i campioni d’Italia saranno di scena alla Parigi-Camembert (1.1 Uci Europe Tour), classica di tradizione oltre confine. Il 20 aprile sarà la volta del Tour du Finestere, mentre il 22 aprile toccherà al Tro-Bro Leon. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, guidata in ammiraglia dal direttore sportivo Giampaolo Cheula (alla Parigi-Camembert ci sarà anche Giovanni Ellena), al via delle tre corse ci saranno Julian Cardona, Leonardo Fedrigo, Mattia Frapporti, Andrea Vendrame e Mattia Viel.

La campagna francese per i campioni d’Italia va avanti dopo gli impegni della Route Adelie Vitre, della Roue Tourangelle e del Circuit Cycliste La Sarthe. Alle prime due corse buon protagonista era stato Matteo Spreafico, in fuga in entrambe le occasioni e vincitore del premio della combattività alla Roue Tourangelle. Anche Andrea Vendrame, frenato da una caduta a Vitre, e Mattia Frapporti avevano corso con buon piglio, piazzandosi con i migliori (Frapporti a Vitre, Vendrame alla Roue Tourangelle). Nelle quattro tappe della Sarthe l’Androni Giocattoli Sidermec non ha poi mancato di interpretare la corsa con l’abituale piglio battagliero e intraprendente. Un modo di correre che ha premiato i campioni d’Italia nell’ultima frazione con la vittoria di un ottimo Andrea Vendrame, che anche per queste tre corse sarà certo uno dei corridori più attesi. L’anno scorso, proprio alla Parigi-Camembert, Vendrame centrò il terzo posto. Sempre alla Sarthe, ancora, per fare bilancio completo vanno ricordati anche i piazzamenti nei dieci di Belletti (ottavo nella prima tappa) e Gavazzi (10° nell'ultima frazione).


BEL BILANCIO AL LANGKAWI PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Da una gara che storicamente dice bene ai team di Gianni Savio è arrivato anche quest’anno un bilancio eccezionale. Il Tour de Langkawi ha sorriso ancora una volta all’Androni Giocattoli Sidermec, presentatasi in Malesia in un periodo di tripla attività per il team ma ben determinata ad interpretare come sempre con il piglio giusto, e anche vincente, la corsa.

Ne sono uscite tre vittorie su otto tappe: due con Matteo Pelucchi e una con Marco Benfatto, proprio nell’ultima frazione di ieri. Un tris, che per fare la storia, fa salire a quota 28 il numero di successi parziali dei team guidati da Savio, in pratica da sempre bravi ad animare e onorare il Tour de Langkawi. Nell’edizione 2019, nella quale l’Androni Giocattoli Sidermec è stata guidata dal direttore sportivo Leonardo Canciani, da aggiungere ci sono anche due podi parziali sempre con Pelucchi, una volta secondo e una terzo.

Al velocista lombardo, da quest’anno all’Androni Giocattoli Sidermec, è sfuggita per poco la classifica a punti, dove ha chiuso secondo. Sarebbe stata anche in questo caso l’ennesima classifica parziale vinta nel corso degli anni, dove sono arrivate maglie a punti, della montagna e così di seguito.

In classifica generale, già sei volte ad appannaggio di un corridore guidato da Savio (Munoz nel 2002, Gonzalez nel 2004, Ivanov nel 2008, Serpa nel 2009 e 2012 e Monsalve nel 2011), è arrivato l’8° posto di Alessandro Bisolti che ha chiuso a 2’27” dall'australiano Dyball, vincitore della corsa.


QUINTO SUCCESSO IN DIECI GIORNI. L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC NON SI FERMA PIU’: BENFATTO PRIMO IN MALESIA

Non si fermano più! Gli Androni Giocattoli Sidermec non si fermano più. Neppure il tempo della bellissima vittoria di Andrea Vendrame ieri in Francia, che meno di ventiquattrore dopo, complice il fuso orario, è già tempo di festeggiare nuovamente. L’ultima tappa del Tour de Langkawi, infatti, l’ha vinta Marco Benfatto, il velocista dell’Androni Giocattoli Sidermec, già quarto nella seconda frazione della corsa malese.

Volata irresistibile del padovano, ben lanciato da Matteo Pelucchi, che è stato poi bravissimo sull’abbrivio a chiudere al terzo posto. Benfatto ha preceduto l’australiano Quick, poi Pelucchi appunto, Reguigui, McCabe,Kastrantas e Marengo.

Un doppio podio, dunque, a chiudere un Tour de Langkawi fantastico per i campioni d’Italia, capaci di imporsi in ben tre tappe (su otto), con il doppio successo di Pelucchi e quello odierno di Benfatto nella Dataran Lang-Kuah di 103 chilometri. In classifica generale (vinta dall’australiano Dyball) da segnalare, invece, l’ottavo posto finale di Alessandro Bisolti. Secondo nella graduatoria a punti Matteo Pelucchi.

«Missione compiuta» commenta il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio. «Complimenti ai ragazzi che hanno ottenuto tre vittorie in una corsa dove siamo stati sempre protagonisti».

Per l’Androni Giocattoli Sidermec si tratta del quinto successo in dieci giorni: Belletti in Sicilia, gli acuti malesi e Vendrame ieri. Con quella di oggi diventano sette le vittorie in questo 2019 per la squadra di Gianni Savio che in Malesia era guidata dall’ammiraglia dal direttore sportivo Leonardo Canciani.


ALTRO SQUILLO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: VENDRAME PRIMO IN FRANCIA

Momento d'oro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Dopo Belletti e Pelucchi, in poco più di una settimana, arriva un altro successo per i campioni d’Italia. Questa volta tocca ad Andrea Vendrame che batte allo sprint il francese Ledanois nella quarta e ultima tappa (Sillé-le-Guillaume-Sillé-le-Guillaume di 183 chilometri) del Circuit Cycliste La Sarthe in Francia.

In fuga nel finale con altri tre corridori, con un risicato margine sul gruppo, Vendrame ha tenuto bene anche nell’ultimo giro del circuito finale e superato nello sprint finale, che è stato un vero e proprio rush, il corridore del team Arkea con cui aveva retto al recupero del gruppo. Terzo, a pochi secondi, a guidare il plotone allungato il francese Combaud, il belga Janssens e l’olandese Van Der Poel, recente protagonista al Giro delle Fiandre e vincitore della prima tappa a La Sarthe. Vendrame è uscito negli ultimi cinquanta metri all’esterno, facendo in tempo anche ad alzare le braccia. Il corridore veneto dell’Androni Giocattoli Sidermec si conferma così sempre più tagliato per le nervose corse francesi di primavera.

In questo inizio di stagione Vendrame aveva ottenuto un brillante terzo posto al Gran Premio Industruia & Artigianato di Larciano a inizio marzo. Ora, dopo una serie di piazzamenti nelle precedenti gare sempre in Francia, è arrivato l’acuto di oggi.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec, guidata a La Sarthe in ammiraglia dal direttore sportivo Giampaolo Cheula, è il sesto successo stagionale, dopo i due in Venezuela, quello in Sicilia e i due recentissimi in Malesia.

A La Sarthe con la vittoria di Vendrame per l’Androni Giocattoli Sidermec è arrivato anche il decimo posto di Francesco Gavazzi. Sempre oggi, invece, dalla Malesia da segnalare la quinta posizione di Matteo Pelucchi. Il Tour de Langkawi si chiuderà domani con l’ottava tappa.


BIS PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC IN MALESIA: ANCORA PELUCCHI ALLO SPRINT

Lo sprint di Pelucchi (Bettiniphoto).

È subito bis per Matteo Pelucchi e per l’Androni Giocattoli Sidermec al Tour de Langkawi. Il velocista lombardo dei campioni d’Italia, infatti, ha bissato questa mattina il successo di ieri con un altro irresistibile sprint nella Bagan-Alor Setar di 130 chilometri, sesta tappa della corsa malese.

Pelucchi in volata ha superato Reguigui, Saleh, Wiggins, McCabe, Bogdanovics e il compagno Marco Benfatto che si è piazzato in settima posizione dopo aver lanciato il compagno. Pelucchi, con il successo di oggi, risale anche nella classifica a punti del Langkawi dove ora è terzo.

«Complimenti a tutta la squadra e a Matteo in particolare, un corridore che stiamo rilanciando come fatto con altri in passato» ha commentato il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio dopo la vittoria di quest’oggi.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec quello di oggi è il quinto successo stagionale, il terzo in una settimana dopo gli acuti di Belletti settimana scorsa in Sicilia e dello stesso Pelucchi ieri.

Domani il Tour de Langkawi proporrà la sua settima e penultima tappa, la Pantai Cenag-Pantai Cenang di 106 chilometri.