GIRO VIRTUAL: PER LA 4ª TAPPA L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SCHIERA BISOLTI E SPREAFICO

Di nuovo sui rulli per il Giro d’Italia Virtual. Domani per i professionisti è in programma la quarta tappa che ricalcherà il finale della 17ª tappa del Giro vero da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio. Saranno 25,9 i chilometri totali con il via da Villa Rendena.

L’Androni Giocattoli Sidermec, che attualmente occupa la seconda posizione in classifica generale alle spalle dell’Astana, schiererà Alessandro Bisolti e Matteo Spreafico.

Proprio Spreafico aveva vinto la seconda tappa di questo Giro d’Italia Virtual, che si chiuderà virtualmente a Milano sabato 9 maggio con la settima frazione. Come sempre sarà possibile seguire la tappa sul sito e sui canali social del Giro d’Italia.


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL VIA DELLA 3ª TAPPA DEL GIRO VIRTUAL CON VENCHIARUTTI E VIEL

La correranno domani i professionisti la terza tappa del Giro d’Italia Virtual organizzato da Rcs Sport.

Dopo il successo individuale nella seconda frazione di Matteo Spreafico e di squadra (grazie a Spreafico appunto e Chirico), domani per l’Androni Giocattoli Sidermec da casa sui rulli pedaleranno Mattia Viel e Nicola Venchiarutti. Da correre ci sarà la Udine-San Daniele del Friuli, la 16ª tappa della Corsa Rosa vera. Sul giro del circuito finale proprio Venchiarutti, che è di Osoppo, gareggerà, seppur virtuali, sulle sue strade. Da percorrere 26,9 chilometri.

L’Androni Giocattoli Sidermec è attualmente seconda nella classifica generale della corsa virtuale.


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC VINCE ANCHE DA CASA: A SPREAFICO (E CHIRICO) LA 2ª TAPPA DEL GIRO VIRTUAL

Corsa virtuale, successo reale! L'Androni Giocattoli Sidermec si difende bene anche sui rulli e vince la seconda tappa del Giro d’Italia Virtual organizzato da Rcs Sport.

Ieri Matteo Spreafico si è imposto, da casa, sui 32,7 chilometri della Linaro-Sogliano al Rubicone, che ricalcava parte del percorso della 12ª tappa del Giro, la Cesenatico-Cesenatico sulle colline della Nove Colli. Il 27enne lombardo sui rulli ha chiuso con il tempo di 58’08” (davanti a Fraile, Corbelli e Mas) e con il compagno Luca Chirico ha dato ai campioni d’Italia anche il successo parziale di squadra. Chirico, infatti, ha terminato al quinto posto; il duo Androni Giocattoli Sidermec schierato ieri (nella prima frazione di sabato scorso avevano corso Nicola Bagioli e Mattia Frapporti) ha superato l’Astana e la nazionale italiana. In classifica generale il team, che prima dello stop di marzo aveva colto undici vittorie su strada, è ora secondo dietro all’Astana. Sabato è in programma la terza tappa (sette quelle totali) di un Giro Virtual che oltre ai professionisti vede in gara anche le donne, le leggende delle due ruote (i grandi ex) e diverse migliaia di appassionati amatori. Le immagini della frazione sono disponibili sul sito e sui canali social del Giro d’Italia.

A commentare la gara Virtual arrivano anche le parole del team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «Matteo Spreafico e Luca Chirico sono stati molto bravi. La vittoria evidenzia la buona condizione raggiunta con professionalità. Anche Mattia Frapporti e Nicola Bagioli si erano comportati bene nella prima frazione, a dimostrazione dello spirito della nostra squadra anche in questo difficile e surreale momento».


GIRO D’ITALIA VIRTUAL: PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL VIA DELLA 2ª TAPPA CHIRICO E SPREAFICO

Tutto pronto per la seconda tappa del Giro d’Italia Virtual, la corsa sui rulli che è scattata sabato con la prima tappa e che da domani manderà in scena la sua seconda frazione (in totale sono sette). La tappa numero due ricalcherà parte del tracciato della dodicesima del Giro vero, quella di Cesenatico: saranno 32,7 chilometri collinari da Linaro a Sogliano al Rubicone.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec parteciperanno alla corsa virtuale Luca Chirico e Matteo Spreafico.

Nella prima frazione di sabato scorso per i campioni d’Italia avevano corso Nicola Bagioli e Mattia Frapporti.

La partecipazione alla corsa virtuale è aperta anche agli amatori (già più di 7000 gli iscritti). Con il Giro d’Italia Virtual, organizzato da Rcs Sport, sarà possibile anche fare beneficenza a favore della Croce Rossa Italiana.


SULLE GAMBE DEI CAMPIONI D’ITALIA C’È SEMPRE FERROMETAL!

Simone Ravanelli sui rulli in allenamento a casa.

Sulle gambe dei campioni d’Italia c’è sempre Ferrometal!

Già, oggi più che mai in tempo di quarantena e di pedalate a casa, il marchio Ferrometal accompagna l’Androni Giocattoli Sidermec.

I corridori, infatti, tutti i giorni, pur senza allenamenti su strada, per salire sui rulli vestono i calzoncini del team su cui campeggia in evidenza, dopo la prima bella esperienza dell’anno scorso, il logo FM, l'azienda abruzzese che si occupa di rottami ferrosi e metallici, rifiuti speciali e servizi ecologici.


ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: RIVERA IN UN WORLD TEAM? SAVIO: «SAREBBE CONFERMA DELLA VALIDITA’ DEL NOSTRO PROGETTO»

«Ci farebbe piacere che Kevin Rivera venisse ingaggiato da una grande squadra» commenta così il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio l’intervista a Radio Columbia del giovane scalatore sudamericano che parla di un interessamento nei suoi confronti di due World Team.

«Dopo Egan Bernal, Ivan Sosa, Davide Ballerini, Mattia Cattaneo, Andrea Vendrame e Fausto Masnada» prosegue Savio, che in questo momento di inattività forzata ha il suo team impegnato nel Giro d’Italia Virtual, «sarebbe il settimo corridore nell'arco di tre stagioni ad essere lanciato nel World Tour dalla nostra squadra».

È stato proprio Rivera a dichiarare ieri alla radio sudamericana le voci di mercato che lo riguardano. Il talento costaricense già sul finire dell’anno scorso aveva effettuato una serie di test fisici per un team di prima fascia. Rivera, che compirà 22 anni a giugno, è al quarto anno con i campioni d’Italia con i quali ha debuttato giovanissimo tra i professionisti nel 2017. Alla corte di Savio ha fatto vedere le sue doti di ottimo scalatore, imponendosi in una decina di corse. L’anno scorso ha fatto sua una tappa e la classifica finale del Sibiu Tour in Romania. Bello anche il 9° posto alla Milano-Torino. E anche quest’anno era partito molto forte vincendo due tappe alla Vuelta al Tachira e la frazione regina al Tour de Langkawi.

«Il passaggio di Rivera ad un World Team sarebbe una conferma» chiude Savio «della validità del nostro progetto giovani, con il quale lanceremo nuovi talenti tra i professionisti, anche nella prossima stagione».


LAURETANA E LE BOTTIGLIE CHE TANTO PIACCIONO SULLE MAGLIE DEI CAMPIONI D'ITALIA

Tra poco meno di un mese avrebbe dovuto prendere il via il Giro d’Italia e quelle bottiglie avrebbero fatto sicuramente bella mostra. Invece bisognerà aspettare, ma arriverà il momento. Arriverà. Quelle bottiglie sono Lauretana e bella mostra l’avrebbero fatta sulle maglie dell’Androni Giocattoli Sidermec, il team professionistico che ha l’acqua più leggera d’Europa tra i suoi partner ormai da diversi anni.

Già, perché la grande novità sulla maglia di quest’anno dei campioni d’Italia del ciclismo era proprio rappresentata da quelle due bottiglie a sbucare dalle tasche posteriori per un ideale e continuo rifornimento. Anche per il 2020 Lauretana si è confermata come uno dei partner più importanti per il team del manager torinese Gianni Savio e del cossatese Marco Bellini, solo dietro ai title name della squadra. Con l’invenzione grafica delle bottiglie - ad aggiungersi al logo - che già compaiono da diverse stagioni su tutti i mezzi del team. L'immagine delle bottiglie sulla maglia del team è frutto dello studio coordinato tra il team stesso, Asteel, che ne cura tutta la parte di grafica e comunicazione, e Lauretana.

E per la verità, prima del forzato stop a causa del Coronavirus, quelle bottiglie bella mostra l’avevano già fatta, suscitando anche l’apprezzamento dei tifosi. Il team era partito alla grande nel suo inizio di stagione con ben undici vittorie sparse in giro per il mondo tra Sudamerica, Asia e Africa. E a marzo sarebbero cominciati i grandi appuntamenti in Europa.

La partnership tra il team e l’azienda di Giovanni Vietti e Antonio Pola già nelle ultime due stagioni, va ricordato, aveva vissuto su importanti azioni di marketing grazie alla spinta e al lavoro di Asteel in stretta sinergia con i vertici dell'azienda di Graglia. Una su tutte la borraccia ufficiale del team che nella forma e nei colori ha preso a ricalcare proprio la classica bottiglietta da mezzo litro di Lauretana. Ed è subito diventata ricercatissima tra gli appassionati, tanto da guadagnarsi pure un servizio del quotidiano francese l’Equipe. Senza dimenticare le “ospitate” di corridori a fiere e appuntamenti e la presenza promozionale dell’acqua più leggera d’Europa alle più importanti gare, a cominciare dal Giro d’Italia. Quel Giro che quest’anno, pandemia permettendo, si disputerà ad ottobre. Ancora in tempo per vedere sulla schiena dei campioni d’Italia quelle bottiglie biellesi che tanto piacciono.


L'ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL GIRO D'ITALIA VIRTUAL

Ci sarà anche l'Androni Giocattoli Sidermec al via del primo Giro d'Italia Virtual. In attesa di quello vero, che dovrebbe disputarsi a ottobre, infatti, domani, seguendo il doveroso stare a casa, parte la corsa rosa virtuale sempre grazie a Rcs Sport.

Sette le tappe virtuali in programma che andranno a simulare il finale di sette frazioni del prossimo Giro. La prima si svolgerà da domani, sabato 18 aprile, con fine sessione il 21 aprile e ripercorrerà il finale della 10ª tappa con il via da Controguerra anziché San Salvo e l'arrivo a Tortoreto (32,1 km). Alla partenza quasi una decina di formazioni professionistiche con due atleti per squadra. Per la prima tappa di domani i campioni d'Italia schiereranno Nicola Bagioli e Mattia Frapporti. Ogni team potrà cambiare i suoi corridori per ogni tappa. I risultati parziali andranno a stilare la classifica a squadre. Il Giro virtuale si chiuderà il 9 e 10 maggio con l'ultima tappa che dal salotto di casa arriverà a Milano.

Va ricordato che l'iniziativa è aperta anche agli appassionati amatori. L'iscrizione è gratuita sul sito del Giro Virtual. Per info e iscrizioni (www.giroditalia.it/it/giro-virtual/).

Il Giro d'Italia Virtual avrà anche un importante aspetto benefico come si legge sul sito della corsa: «Supporta anche tu la raccolta fondi a favore di Croce Rossa Italiana sul portale on line Rete del Dono (www.retedeldono.it/giro). Tutti i partecipanti potranno donare fino al 10 maggio e l'intero ricavato verrà devoluto alla Croce Rossa Italiana che è attiva in prima linea fin dall'inizio dell'allerta Covid-19 con molteplici ruoli, tra cui soccorso in emergenza, supporto sanitario, psicologico, logistico, informativo, di controllo, screening e sta svolgendo molte altre attività cruciali nella battaglia contro questa epidemia».


INKOSPOR E LA BENEFICENZA ALLA CROCE ROSSA ITALIANA

Bella iniziativa del nostro partner Inkospor. L'azienda tedesca, che in Italia ha sede in Toscana e che fornisce tutti i prodotti di integrazione alimentare al team campione d'Italia, ha deciso di destinare il 10% di ciascun ordine in beneficenza alla Croce Rossa Italiana per supportare la lotta contro il Covid-19. Tutti i dettagli sono disponibili su inkospor.it. Inoltre per chi acquista è prevista una promozione del 30% su tutto il catalogo.


SALICE OCCHIALI CONVERTE LA SUA PRODUZIONE PER AIUTARE GLI OSPEDALI

Di solito lì, da Gravedona ed Uniti, di fronte a quella cartolina che è il lago di Como in questa stagione escono occhiali e caschi. Gli stessi che indossano con successo, da qualche anno ormai, anche i campioni d’Italia del ciclismo dell’Androni Giocattoli Sidermec. Oggi, invece, dallo stabilimento di Salice Occhiali «con senso del dovere e senza indugi, in queste settimane così particolari, abbiamo deciso di convertire momentaneamente la nostra produzione. Accantonata la realizzazione di occhiali sportivi ci siamo concentrati quindi nella creazione di visiere e occhiali utilizzabili in ambito ospedaliero e sanitario» hanno spiegato ieri con un post sui canali social dall’azienda che l’anno scorso ha festeggiato i suoi cento anni. Famosa per le maschere da sci, che hanno accompagnato le vittorie della valanga azzurra degli anni Settanta, e per i caschi neve (oggi core business invernale della fabbrica) Salice Occhiali da parecchi anni ha fatto breccia tra gli appassionati della bicicletta, soprattutto con i suoi inconfondibili modelli griffati di tricolore.

Il personale dell’ospedale di Gravedona ed Uniti si sta già proteggendo con i dispositivi di protezione forniti da Salice che precisa di «essere a disposizione di tutte le strutture che fossero alla ricerca di simili articoli, assicurando che abbiamo adottato ed adotteremo ogni forma di tutela e salvaguardia nei confronti del nostro personale impegnato in queste lavorazioni».

Dall’azienda, da sempre intrisa di italianità, fanno ancora sapere: «In un momento così delicato è fondamentale che ognuno dia il proprio contributo per aiutare il nostro paese, la nostra adorata Italia. Il nostro piccolo ed umile apporto è questo: occhiali e visiere. Il nostro sport preferito in questo momento deve essere solo uno: accettare responsabilmente le restrizioni che da decreto ci vengono impartite e se possibile, divenire concreto aiuto nei confronti di chi è nel bisogno, con gesti di solidarietà o con donazioni».