SI DELINEA SEMPRE PIU’ L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC 2020: INGAGGIATO DAVIDE GABBURO

Si delinea sempre più l’Androni Giocattoli Sidermec della prossima stagione. È ufficiale, infatti, da parte dei campioni d’Italia l’ingaggio di Davide Gabburo.

Veneto, 26 anni compiuti il primo aprile, Gabburo è corridore di qualità che sa difendersi bene su tutti i tipi di percorso. Professionista da quest’anno con la Neri Selle Italia Ktm, Gabburo ha ottenuto interessanti piazzamenti, facendosi vedere con i migliori del gruppo in corse di rilievo come la Tirreno-Adriatico. Sempre quest’anno ha sfiorato il successo in una tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali.

Gabburo, assistito dal procuratore Johnny Carera, con i campioni d’Italia dell’Androni Giocattoli Sidermec, nelle cui fila andrà ad arricchire l’interessante parte di corridori italiani della rosa, ha firmato un contratto annuale per la stagione 2020.


TRIPLA ATTIVITA’ PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: CI SONO TOSCANA, SABATINI E SLOVACCHIA MENTRE PROSEGUE LA CINA

Settimana da tripla attività per l’Androni Giocattoli Sidermec che alla Cina (conclusione il 22 settembre) aggiunge le classiche del calendario italiano e un importante appuntamento del calendario europeo.

In Italia si comincia domani con il Giro di Toscana, per poi replicare giovedì con la Coppa Sabatini.

Il Giro di Toscana partirà e arriverà a Pontedera: 204 i chilometri totali con l’ascesa del Monte Serra da ripetere tre volte. Dopodomani la Sabatini con partenza e arrivo a Peccioli: 195 i chilometri per una corsa dal tracciato vallonato. Le due gare, inserite naturalmente nel calendario della Ciclismo Cup dove l’Androni Giocattoli Sidermec guida sempre, avranno la diretta televisiva sui canali Rai e su Eurosport.
Al Giro di Toscana l’Androni Giocattoli Sidermec schiererà Alessandro Bisolti, Matteo Busato, Miguel Florez, Fausto Masnada, Andrea Vendrame e gli stagisti Mattia Bais e Simone Ravanelli, che farà il suo debutto con la maglia dei campioni d’Italia. Non ci sarà, invece, Mattia Cattaneo che dovrà restare fermo qualche giorno per i postumi della caduta alla Coppa Agostoni.
Giovedì, poi, numero sulla schiena per Francesco Gavazzi, che ha recuperato dalla caduta della gara di Lissone, Alessandro Bisolti, Matteo Busato, Miguel Florez, Fausto Masnada, Andrea Vendrame e lo stagista Mattia Bais. A guidare i corridori nei due appuntamenti toscani saranno il team manager Gianni Savio e il direttore sportivo Giovanni Ellena.

Comincia domani anche il Giro di Slovacchia, corsa 2.1 del calendario europeo che si concluderà il 21 settembre e nella prima giornata di corsa proporrà due semitappe. La più impegnativa sarà la seconda frazione, mentre domani la seconda semitappa sarà una cronometro individuale. Con in ammiraglia il direttore sportivo Giampaolo Cheula per l’Androni Giocattoli Sidermec correranno il campione croato Josip Rumac, lo stagista Nicola Venchiarutti, Marco Frapporti, Matteo Montaguti e Matteo Pelucchi.


SONO 26 IN STAGIONE! L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC ANCORA VINCENTE IN CINA CON BENFATTO

Arriva ancora dalla ruota veloce di Marco Benfatto il nuovo successo per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella seconda tappa del Tour of China II il velocista padovano ha fatto valere il suo spunto con una gran rimonta negli ultimi 50 metri di corsa.

Per Benfatto il successo sul circuito di Jianghua è il terzo di questo settembre cinese, dopo i due al Tour of China I.

Lo sprinter dell’Androni Giocattoli Sidermec sul traguardo ha preceduto Reguigui (Tsg) e Nicolas Marini. Benfatto con il successo di oggi ha conquistato anche la vetta della classifica a punti e domani nella terza tappa della corsa cinese che si chiuderà il 22 settembre partirà con la maglia blu di leader della speciale graduatoria.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec quello di oggi è il 26° successo in stagione.


PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC È SEMPRE PROGETTO GIOVANI: ARRIVA NICOLA BAGIOLI

Si aggiunge un altro importante tassello al progetto giovani dell’Androni Giocattoli Sidermec. Per la stagione 2020, infatti, i campioni d’Italia hanno ingaggiato Nicola Bagioli.

Nato il 19 febbraio 1995 a Sondrio, il 24enne di Lanzada è considerato uno dei giovani più interessanti del panorama italiano. Passato professionista nel 2017, Bagioli, che in gruppo l’anno prossimo troverà anche il fratello minore Andrea con la maglia della Deceuninck, nella massima categoria ha sempre corso con la Nippo Vini Fantini.

Quest’anno ha dalla sua un brillante inizio di stagione con il secondo posto al Trofeo Laigueglia e il terzo alla Ronde Van Drenthe in Olanda. Al Giro d’Italia, invece, è stata una caduta a costringerlo al ritiro, facendogli perdere anche tutta la seconda parte della stagione causa problemi alla schiena. Ora fortunatamente è tutto risolto per il talentuoso corridore che è pronto a tornare in sella. Nicola Bagioli, che ha ottime doti di scalatore, ha firmato un contratto di un anno con l’Androni Giocattoli Sidemec. Strette di mano e accordo sono dell’altro ieri quando Bagioli ha siglato il suo nuovo contratto alla presenza del team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio, del responsabile sponsor e marketing del team Marco Bellini e di Gianpietro Foletti di Asteel, l’agenzia svizzera che cura la comunicazione della squadra.

Per il team campione d’Italia si tratta dell’ennesimo innesto giovane di qualità, per proseguire con un progetto che negli ultimi tre anni ha portato a lanciare corridori del calibro di Egan Bernal, Ivan Sosa, Davide Ballerini, Fausto Masnada e Andrea Vendrame.


SFORTUNA NERA PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AD AGOSTONI E BERNOCCHI. DUE CADUTE METTONO OUT I CAPITANI

La sfortuna. È stata la sfortuna a segnare la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi dell’Androni Giocattoli Sidermec. Ieri come oggi, oggi come ieri, con la mala sorte ad accanirsi contro i campioni d’Italia e i suoi capitani designati di giornata.

Poco fa sul traguardo di Legnano della 101ª Bernocchi una rovinosa caduta ha tolto Manuel Belletti dall’ordine d’arrivo della classifica lombarda. Il velocista romagnolo ai 500 metri dalla conclusione è finito a terra dopo una serie di sbandamenti del gruppo lanciato, che hanno fatto cadere almeno un’altra decina di corridori. E sull’asfalto, sfortuna doppia per i campioni d’Italia, è finito anche Matteo Busato. Belletti, che era nelle primissime posizioni pronto a lanciare lo sprint poi vinto dal tedesco Phil Bauhaus (Bahrain) su Simone Consonni e Imerio Cima, è stato immediatamente soccorso e trasportato in ambulanza al vicino ospedale cittadino per i primi accertamenti. Botte ed escoriazioni anche per Matteo Busato, che proprio nel finale si era adoperato benissimo per favorire la volata del compagno. Da applausi in casa Androni Giocattoli Sidermec anche la prova dello stagista Mattia Bais, che con Busato, aveva lavorato perfettamente e tanto per ricucire sulla pericolosissima azione che ha visto protagonisti Lutsenko, Visconti ed Elia Viviani. Prima era stato, invece, Alessandro Bisolti a farsi vedere entrando nell’azione dalla quale è poi nato l’allungo del terzetto con Viviani.

Se oggi la sorte non è stata clemente con i campioni d’Italia, anche ieri all’Agostoni non era andata meglio con le cadute e i conseguenti ritiri di Francesco Gavazzi e Mattia Cattaneo. Gavazzi, come Belletti oggi, da Lissone era partito con i gradi di capitano per la classica, vinta da Riabushenko, che alla fine in casa Androni Giocattoli Sidermec ha portato l’ottavo posto di Fausto Masnada, entrato nell’azione a dieci che ha segnato la corsa. Gavazzi, caduto a causa di una buca sulla sede stradale, ha rimediato diverse escoriazioni e una brutta botta al ginocchio sinistro, tanto da dover risalire in ammiraglia e saltare anche l’appuntamento di oggi.

L’Androni Giocattoli Sidermec, nonostante la sfortuna nelle prime due prove del Trittico Lombardo, resta saldamente al comando della Ciclismo Cup.


BENE LA PRIMA PARTE D’ORIENTE PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC. DOMANI AL VIA IL TOUR OF CHINA II

Ottimi risultati. Sono quelli arrivati dal Tour of China I, la prima delle corse in Oriente che l’Androni Giocattoli Sidermec ha disputato in questo finale di stagione. Alla gara a tappe cinese (sei le frazioni in programma), chiusasi ieri, i campioni d’Italia hanno centrato due vittorie, raggiungendo quota venticinque in stagione, con Marco Benfatto e il successo nella classifica a punti con lo stesso velocista padovano. Sempre Benfatto ha ottenuto anche un secondo posto parziale nella terza frazione dopo l’acuto della tappa inaugurale e prima del successivo bis nella quinta.

«Un bilancio ottimale, quello di questa prima parte di gare in Cina», spiega il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio, che prosegue nella disamina: «non solo per la classifica a punti e le due frazioni vinte da Marco Benfatto, ma per il grande lavoro di tutti i componenti la squadra e in particolare di Mattia Frapporti e Mattia Viel, importanti apripista del nostro velocista».

L’Androni Giocattoli Sidermec, al Tour of China I seguita in ammiraglia dal direttore sportivo Leonardo Canciani, dopo il giorno di stop di oggi, domani sarà nuovamente in corsa per l’inizio della seconda sezione del Tour cinese. Parte, infatti, il Tour of China II: sette le tappe in programma dal 16 al 22 settembre. Guidati sempre da Canciani gareggeranno gli stessi elementi della prima corsa anche nel Tour of China II, che prevede un percorso più difficile con un arrivo in salita: Marco Benfatto, Julian Cardona, Mattia Frapporti, Daniel Munoz, Kevin Rivera e Mattia Viel.


L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC ALL’AGOSTONI E ALLA BERNOCCHI

Dall’Oriente arrivano successi, ma intanto l’Androni Giocattoli Sidermec è pronta a ritornare in gara anche in Italia.

L’appuntamento, anzi, gli appuntamenti sono tra i più classici del calendario nazionale. Si comincia domani con la Coppa Agostoni e si prosegue domenica con la Coppa Bernocchi. Le due gare, naturalmente, sono inserite nel calendario della Ciclismo Cup, la challenge che riprende dopo l’Adriatica Ionica Race di fine luglio e che vede proprio i campioni d’Italia in testa alla classifica a difendere il successo conquistato l’anno scorso.

La Coppa Agostoni a Lissone, con al via diverse formazioni World Tour e un percorso sempre esigente, vedrà l’Androni Giocattoli Sidermec schierarsi con Alessandro Bisolti, Matteo Busato, Mattia Cattaneo, Francesco Gavazzi, Fausto Masnada, Andrea Vendrame e lo stagista Mattia Bais.

Domenica la replica a Legnano alla Coppa Bernocchi, che come tradizione presenterà un percorso più adatto alle ruote veloci. I campioni d’Italia nella storica gara, segnata anche quest’anno da una buona partecipazione di team maggiori, saranno al via con Manuel Belletti, Marco Frapporti, Francesco Gavazzi, Fausto Masnada, Andrea Vendrame e gli stagisti Mattia Bais e Nicola Venchiarutti.

In  ammiraglia ci saranno il team manager Gianni Savio e il direttore sportivo Giovanni Ellena.


25° SUCCESSO NEL 2019 PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: IN CINA VINCE ANCORA BENFATTO

Venticinquesimo successo stagionale per l’Androni Giocattoli. Il nuovo acuto arriva dalla Cina. A firmarlo ancora Marco Benfatto che poco fa si è imposto nella quinta tappa della gara asiatica (Uci 2.1).

Il 31enne velocista padovano nella Nanxian-Nanxian di 116 chilometri ha superato allo sprint Benhamouda (Team Novo Nordisk) e Butler (Pro Touch). A seguire, in una frazione corsa a oltre 46 km/h di media, Shnyrko, Ward, Gibson e Sureda. Benfatto con questo successo si è rimpossessato anche della maglia blu della classifica a punti quando al termine della corsa cinese manca una sola frazione.

Lo sprinter dell’Androni Giocattoli Sidermec ha colto la seconda vittoria in questa edizione del Tour of China I dopo quella nella prima tappa, diventando sempre più leader tra i plurivittoriosi nella storia della gara. Per lui si tratta della quarta vittoria del 2019.

L’Androni Giocattoli Sidermec, che in Cina è guidata dal direttore sportivo Leonardo Canciani, ha colto così il venticinquesimo successo di un’altra grande stagione .


BENFATTO PORTA L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SUL GRADINO PIU’ ALTO DEL PODIO IN CINA

È ancora uno sprint a portare un nuovo successo per l’Androni Giocattoli Sidermec che in Cina ha inaugurato nel miglior modo possibile il settembre intensissimo di corse. Ha vinto Marco Benfatto: il velocista padovano si è aggiudicato la prima tappa del Tour of China I, la gara a tappe asiatica che si concluderà il 14 settembre.


Benfatto nello sprint conclusivo sul traguardo di Yoadokou Culture Square (dopo 96 chilometri di corsa) ha superato l’olandese Roy Efting (Memil Pro Cycling) e il malese Mohamed Harrif Salleh (Terengannu Cycling Team). Poi Reguigui, Guardini, Bresciani, Butler, Gibson, Kononenko e Papok. Benfatto, è anche il primo leader della corsa che domani proporrà una cronometro individuale.


Per il 31enne Benfatto è la terza vittoria stagionale, la diciannovesima della carriera e la settima al Tour of China I dove detiene il record di vittorie della corsa. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, guidata in Cina dal direttore sportivo Leonardo Canciani, è il ventiquattresimo successo del 2019.


PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC UN ALTRO COLOMBIANO: ARRIVA RESTREPO

Un altro colombiano alla corte di Gianni Savio. È ufficiale, infatti, da parte dell’Androni Giocattoli Sidermec a partire dal primo gennaio 2020 di Jhonatan Restrepo.

Classe 1994 (compirà 25 anni il 28 novembre prossimo) il colombiano, che è assistito dal procuratore Giuseppe Acquadro, in questo 2019 ha corso con la Manzana Postobon. Prima per lui, che è scalatore capace di difendersi bene su tutti i terreni, tre stagioni complete nel World Tour con il Team Katusha. Già tra gli under 23 aveva fatto vedere cose interessanti, laureandosi campione Panamericano. L'anno scorso chiuse al secondo posto una tappa della Vuelta Espana.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec l’ingaggio di Restrepo, che ha firmato un contratto di un anno, è la continuazione del progetto giovani intrapreso nelle ultime stagioni. Per il team manager Gianni Savio il promettente Restrepo, invece, è l’ennesimo sudamericano da lanciare in un’Androni Giocattoli Sidermec che per la prossima stagione aggiunge il corridore di Pacora ai connazionali Florez e Munoz, al costaricense Rivera e al neo acquisto ecuadoriano Cepeda. Il legame di Savio con il Sudamerica, dunque, resta molto forte. Il manager torinese, che in Colombia e Venezuela in particolare è popolarissimo, da commissario tecnico portò nel 2002 il colombiano Santiago Botero alla vittoria nel campionato del mondo a cronometro.