Bais all’arrivo della 2ª tappa (www.sirotti.it).

«Non poteva mancare un uomo Androni Giocattoli Sidermec nella prima fuga del Giro». Sono le parole di soddisfazione di Gianni Savio a raccontare in sintesi quanto successo oggi alla corsa rosa. Già, perché così è stato da Alcamo ad Agrigento (2ª tappa, 149 chilometri), con Mattia Bais bel protagonista di giornata e bravo ad entrare nell’azione a cinque che in pratica ha segnato l’intera frazione vinta poi sullo strappo di Agrigento da Diego Ulissi. La fuga è partita dopo 4 chilometri e si è conclusa a 9 dal traguardo, con Bais che è stato proprio l’ultimo a cedere al ritorno del gruppo.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec un Giro, dunque, iniziato sotto i migliori propositi, così come sottolinea sempre il team manager Gianni Savio: «Complimenti, non solo a  Mattia Bais, ma a tutti i componenti della nostra squadra che hanno interpretato perfettamente le disposizioni ricevute nella riunione tecnica. Abbiamo animato la corsa e siamo certi di aver offerto emozioni ai tifosi e grande visibilità a tutti i nostri sponsor».

Il Giro 103 domani vivrà già il suo primo arrivo in salita con la Enna-Etna (3ª tappa, 150 chilometri).