Giornata speciale quella di oggi per l’Androni Giocattoli Sidermec alla Castellina nel convento del ciclismo. Tre protagonisti del premio “Coraggio e avanti”, che il centro spirituale del ciclismo di Santa Lucia promuove da tempo, lo sono o lo sono stati anche per la squadra campione d’Italia.

A Sesto Fiorentino a ricevere gli applausi del pubblico per il 15° “Coraggio e avanti”, infatti, è toccato a Davide Ballerini. Il giovane canturino, passato professionista con l’Androni Giocattoli Sidermec nel 2017, nel finale di questa stagione, dove ha indossato anche la maglia azzurra ai campionati Europei, ha vinto Memorial Pantani e Trofeo Matteotti: dopo l’esperienza con i campioni d’Italia Ballerini, che ha donato la sua maglia al convento, passerà nel World Tour all’Astana. L’Ammiraglio d’oro è andato a Giovanni Ellena, uno dei direttori sportivi dei campioni d’Italia; Ellena quest’anno ha ottenuto pure l’Oscar Tuttobici; mentre il premio over 35 di fine carriera ha visto protagonista Franco Pellizotti, in questo 2018 alla Bahrain Merida, ma con un importante passato nella formazione di Gianni Savio. E naturale che proprio il team manager torinese abbia fatto a pieno titolo il padrino di queste tre premiazioni. Savio, che ricevette l’Ammiraglio d’oro dagli organizzatori del premio Giacinto Gelli e Luca Limberti nel 2012, infatti, ha lanciato Davide Ballerini nella massima categoria e Giovanni Ellena, ormai diverse stagioni fa, in ammiraglia. Di Franco Pellizotti, invece, Savio è l’artefice del rilancio a partire dal 2012. Proprio sotto la sua guida il corridore friulano vinse il campionato italiano in quell’anno.

I premi alla Castellina sono arrivati a margine di una due giorni importante, che sabato ha visto impegnati anche i direttori sportivi di Androni Giocattoli Sidermec nella sessione d’aggiornamento proprio dedicata ai tecnici.