Era una promessa di inizio anno. E ieri è arrivato il momento di mantenerla. L’Androni Giocattoli Sidermec ha fatto visita, approfittando della trasferta per l’Adriatica Ionica Race, a Miche, il costruttore delle ruote dei campioni d’Italia.

L’azienda di San Vendemiano in provincia di Treviso è uno dei nuovi partner del team dall’inizio di stagione e fa strada, si può dire, ai fiammanti telai Emme 4 Squadra di Bottecchia in dotazione alla squadra vincitrice delle ultime due edizioni della Ciclismo Cup.

Ad accogliere l’Androni Giocattoli Sidermec Luigi Michelin, il Ceo di Miche che festeggia in questo 2019 i suoi cento anni di attività. Quella di Miche, infatti, è una storia vincente di un’azienda che fa capo alla stessa famiglia fin dalla fondazione con Ferdinando Michelin, per proseguire con Italo e arrivare proprio a Luigi. La visita dei corridori, che da oggi saranno impegnati nell’Adriatica Ionica Race e del personale, è stata l’occasione per fare qualche fotografia e per visitare i processi produttivi di un’azienda fortemente imperniata sul made in Italy. A scambiare qualche parola con gli atleti, per spiegare caratteristiche e materiali delle ruote, anche Paolo Bisceglia e Valter Calesso, che si occupano della parte commerciale di Miche e seguono il team durante la stagione.

Proprio al Giro d’Italia, in occasione della tappa con partenza da Treviso, erano stati Michelin e i suoi collaboratori a far visita al bus dell’Androni Giocattoli Sidermec.

Anche il team manager dei campioni d’Italia Gianni Savio si è intrattenuto piacevolmente e a lungo negli stabilimenti Miche di San Vendemiano, soffermandosi in particolare sulla visita nella parte di produzione: «Complimenti all’amico Luigi Michelin e a tutto lo staff. Abbiamo visitato una splendida azienda, che estende nel mondo la conoscenza del made in Italy».