Proprio non poteva mancare l’Androni Giocattoli Sidermec alla festa in onore di Egan Bernal. E così è stato nella bella serata che il fan club ufficiale italiano del giovane scalatore di Colombia ha organizzato ieri a Cuorgnè.

Due ore abbonanti per la gente del canavese, diventato la seconda casa di Egan proprio negli anni di militanza nell’Androni Giocattoli Sidermec, per stringersi attorno al campione che da quest’anno difende i colori del team Sky.

Si è raccontato e ha raccontato Egan davanti alla bella platea che ha gremito il teatro Margherita. “Dietro” alle domande di Vladimir Chiuminatto, presidente e anima del fan club, sono intervenuti anche gli amici canavesani più stretti di Egan, che è arrivato all’appuntamento con la compagna Xiomara. Alla serata non ha mancato l’assessore regionale allo sport del Piemonte Giovanni Maria Ferraris e l’ex campione Franco Balmamion. Su tutte, però, sono state le voci Androni Giocattoli Sidermec del team manager Gianni Savio e del direttore sportivo Giovanni Ellena a stagliarsi sulle altre, tra aneddoti e ricordi dei due anni trascorsi da Bernal tra le fila dei campioni d’Italia. Ad augurare buona fortuna ad Egan anche Elvio Chiatellino, l’imprenditore che ama il ciclismo. A teatro a fianco di Egan per l’Androni Giocattoli Sidermec c’erano anche i corridori Ivan Sosa e Kevin Rivera, che tanto si sono allenati sulle strade piemontesi con lo scalatore di Sky, e il nuovo arrivo Daniel Munoz.

La serata canavesa, nella quale l’Androni Giocatoli Sidermec ha “giocato in casa” con Giovanni Ellena che proprio di quelle zone è, è servita anche al team manager Gianni Savio per salutare e rivedere vecchi amici: significativo e sentito l’abbraccio con Antonio Cesarino, presidente del Vallorco calcio, la squadra dove Savio aveva giocato in gioventù prima di far partire la sua avventura nel mondo del grande ciclismo.