Pellaud in fuga (Bettiniphoto).

Un ottavo posto ad Asti, ma soprattutto due traguardi volanti vinti nell’ennesima fuga di questo Giro d’Italia fanno diventare Simon Pellaud irraggiungibile nella speciale classifica. Racconta questo l’accorciata Morbegno-Asti (19ª tappa, partenza da Abbiategrasso e solo 124 chilometri, invece, dei 258 chilometri previsti) per l’Androni Giocattoli Sidermec che stamattina, dopo il foglio firma, si era presentata regolarmente al via della tappa prima della decisione che ha portato i corridori a pedalare i primi otto chilometri per poi salire sui bus e raggiungere il nuovo via di Abbiategrasso.

E proprio appena abbassata la bandierina della nuova partenza è stato ancora una volta lo svizzero Simon Pellaud ad attaccare in compagnia di altri due compagni, poi raggiunti da altri undici uomini.

Pellaud, che ha poi chiuso ottavo sul traguardo di Asti a 1’10” dal vincitore Cerny, si è imposto nel traguardo volante di Vigevano e in quello di Masio. Con i venti punti raccolti oggi il corridore dell’Androni Giocattoli Sidermec, a due tappe dal termine della corsa rosa, diventa irraggiungibile in vetta alla speciale classifica.

Domani 20ª tappa da Alba a Sestriere.