Simone Ravanelli nella tappa di Vieste (www.sirotti.it).

L’Androni Giocattoli Sidermec non si ferma più. Al Giro nella Giovinazzo-Vieste (8ª tappa, 200 chilometri) è ancora fuga per i campioni d’Italia. All’attacco, dopo un inizio di frazione come sempre intenso, è andato Simone Ravanelli. Il 25enne bergamasco è uscito allo scoperto con un drappello di compagni d’avventura (unico rappresentante di un team Professional) dopo 22 chilometri di corsa. Ampio il vantaggio dell’azione nei confronti del gruppo. E così sul circuito finale di Vieste se la sono giocata i fuggitivi, con Ravanelli, sempre generoso, che ha chiuso in sesta posizione sul traguardo dove si è imposto il britannico Alex Dowsett.

«Molto bravo Simone Ravanelli, al pari di tutti i nostri corridori, che stanno ripagando la fiducia accordata nel selezionarli per il Giro» ha spiegato il team manager di Androni Giocattoli Sidermec dopo la tappa. «Oltre al buon piazzamento di Ravanelli, abbiamo centrato la fuga di giornata per la settima tappa consecutiva».

Domani per il Giro d’Italia nona frazione da San Salvo a Roccaraso (208 chilometri) con arrivo in salita.