Ivan Sosa sul podio della quarta tappa dell’Adriatica Ionica Race con la maglia di leader (www.sirotti.it).

Ivan Sosa mantiene la maglia blu di leader al termine della quarta tappa dell’Adriatica Ionica Race. La San Vito di Cadore-Grado (229 chilometri) era la frazione più lunga della neonata gara a tappe italiane e nel finale presentava anche un paio di tratti di sterrato ricchi di insidie. E proprio nel finale l’Androni Giocattoli Sidermec ha lavorato alla perfezione per scortare il suo leader sulle strade bianche. Nella prima parte di gara, invece, i campioni d’Italia erano stati bravi, soprattutto con Torres e Bisolti a lavorare per non far prendere troppo vantaggio alla fuga di giornata. Poi Frapporti, Gavazzi e Cattaneo, con Belletti più libero, si sono incaricati di tenere al sicuro la maglia blu di capoclassifica del giovane colombiano. La tappa ha visto il successo in volata di Elia Viviani su Giacomo Nizzolo. Sosa, quando manca la frazione di Trieste al termine della corsa, guida sempre con un piccolo margine di vantaggio su Ravasi. Terzo è Ciccone. Il ventenne scalatore colombiano dell’Androni Giocattoli Sidermec guida anche la classifica dei giovani.

L’Adriatica Ionica Race, dopo l’entusiasmante successo di ieri di Sosa sul Giau, vivrà domani la sua quinta e ultima tappa da Grado a Trieste di 124 chilometri. La corsa proprio ieri, invece, era transitata a poca distanza dalla sede di Bristot, il caffè partner dei campioni d’Italia, che certo in questi giorni hanno dimostrato la solita grande compattezza di squadra, pronta ad esaltare le qualità dei singoli. Domani, secondo l’ormai collaudato “mantra” del team manager Gianni Savio, gli Androni Giocattoli Sidermec saranno una volta di più “cattivi e determinati” per completare il gran lavoro di questa Adriatica Ionica Race.