Marco Frapporti festeggia sul podio di Roma (www.sirotti.it).

A Roma, quello di ieri, è stato un pomeriggio di gloria anche per l’Androni Giocattoli Sidermec con i podi di Davide Ballerini e Marco Frapporti.

Sul podio del Giro d’Italia dopo una corsa rosa all’attacco a ricevere gli applausi del pubblico ha brindato anche Marco Frapporti, il re delle fughe dell’edizione 101. Non poteva essere altrimenti, viene da dire, che fosse un corridore dell’Androni Giocattoli Sidermec ad imporsi nella speciale classifica, che ieri ha trovato premiazione all’ombra del Colosseo al pari delle maglie del Giro. Marco Frapporti è stato il fuggitivo per eccellenza di questo Giro d’Italia appena concluso: fin da Israele l’esperto corridore bresciano è andato all’attacco, mostrando una condizione brillante che gli ha consentito di essere protagonista fino agli ultimi giorni di corsa. Ancora in fuga nella penultima tappa, il “Frappo”, come è chiamato in squadra, ha brillato da sud a nord con tante belle azioni. Quella solitaria verso Gualdo Tadino è stata una delle migliori e più applaudite del Giro. Il 33enne Frapporti ha chiuso la speciale classifica, abbondantemente primo, con 640 punti, l’equivalente dei suoi chilometri in fuga alla corsa rosa. Non male sui 3562 chilometri che il Giro proponeva da Gerusalemme a Roma.

Marco Frapporti a completare il suo ottimo Giro d’Italia, ha chiuso poi al secondo posto la classifica dei traguardi volanti, al quarto in quella della combattività e al sesto in quella a punti vinta da Elia Viviani.