Il Tour che viaggia verso la chiusura di Parigi ha regalato vetrina anche all’Androni Giocattoli Sidermec. E non solo per la consueta e classica visita del team manager Gianni Savio, arrivato in Francia a metà Grande Boucle per salutare calorosamente il suo pupillo Egan Bernal, oggi al Team Sky.

Il team campione d’Italia, infatti, ha ottenuto bella vetrina grazie al dottor Andrea Giorgi, uno dei medici della squadra con Maurizio Vicini. Il giovane dottore toscano è stato tra i relatori al congresso Science and Cycling 2018 a Nantes, che alla vigilia del Tour è stato un importantissimo momento di confronto per medici e preparatori di fama internazionale e di molti team world tour.

Giorgi ha presentato “External training load, performance markers and body composition of professional road cyclist with-in competitive season”. Si tratta, come racconta lo stesso dottore, «di uno studio che ha mostrato il monitoraggio sui ciclisti di Androni Giocattoli Sidermec svolto lo scorso anno durante la stagione». Ancora Giorgi spiega che «sono state fatte valutazioni funzionali e analizzati i dati di allenamento e gara per determinare il carico di lavoro e gli indici di prestazione. Inoltre è stata valutata la composizione corporea attraverso la misurazione delle pliche cutanee e l’utilizzo della tecnica bioimpedenziometrica vettoriale». Proprio questa tecnica è l’aspetto più rivoluzionario: «Per la prima volta è stata applicata nel ciclismo per valutare la composizione corporea dell’atleta, lo stato di idratazione e la funzione cellulare in relazione al carico allenante, allo sforzo fisico e agli indici di prestazione. La bioimpedenza vettoriale attraverso valori di resistenza e reattanza del corpo umano può determinare piccoli e veloci cambiamenti dello stato di idratazione e della funzione cellulare, rapidamente e in modo grafico». Tutti dati che sono serviti a leggere meglio la condizione degli atleti e la loro risposta ad allenamenti, carichi di lavoro e gare. Riguardo la Biva (bioimpedance vector analysis) Giorgi spiega meglio che si tratta «di un’applicazione da molti anni usata in clinica per monitorare lo stato di idratazione e la funzione cellulare, sopratutto in soggetti in dialisi. Per la prima volta, però, è stata applicata per monitorare sistematicamente la condizione fisica dei ciclisti». In Androni Giocattoli Sidermec (grazie anche ad Akern che fornisce l’analizzatore di bioimpedenza) è circa due anni che viene applicata (durante le corse a tappe) per avere indicazioni sullo stato di salute dei ciclisti.

A marzo Giorgi aveva pubblicato come primo autore, insieme ad altri colleghi tra cui Maurizio Vicini, un lavoro scientifico sul prestigioso Journal of Sport Science con i range di riferimento e le indicazioni alla interpretazione per l’analisi bioimpedenziometrica vettoriale per differenti categorie di ciclisti (dai professionisti agli juniores).

Ora la nuova vetrina per questo lavoro che è passato pure dal Tour.