Continuano le buone prestazioni dell’Androni Sidermec alla Oro y Paz in Colombia. La quinta e penultima tappa della gara sudamericana ha visto ancora una volta protagonisti tutti i big colombiani del gruppo ai quali, proprio come ieri, si è unito il talentino di casa Androni Sidermec Ivan Sosa.

Il colombiano dei campioni d’Italia ha chiuso la tappa con il difficile arrivo di Salento al quinto posto, il primo in pratica dietro ai super big della corsa. In mezzo ai campioni e alle grandi promesse del paese sudamericano, insomma, c’è anche il ventenne dell’Androni Sidermec, che solo nelle ultime centinaia di metri della salita ha dovuto cedere al ritmo forsennato dei primissimi. Nello sprint conclusivo tra i migliori l’ha spuntata Rigoberto Uran su Nairo Quintana, Egan Bernal e Sergio Henao. Staccato di 18” Ivan Sosa, che conferma quanto di buono si dice su di lui e porta l’Androni Sidermec ancora una volta a questa Oro y Paz a ridosso delle squadre più quotate di World Tour.

Sosa, dopo la buonissima prestazione di oggi, è salito anche al quinto posto della classifica generale, guidata ora dall’altro idolo di casa Nairo Quintana. Il corridore dell’Androni Sidermec è anche secondo nella classifica dei giovani dietro a Bernal.

Domani la corsa colombiana si concluderà con l’arrivo in quota a Manizales.

Sempre domani, intanto, l’Androni Sidermec sarà impegnata al Trofeo Laigueglia, apertura italiana della stagione e della Ciclismo Cup. Per i campioni d’Italia c’è una defezione dell’ultima ora: rispetto a quanto previsto non correrà il febbricitante Luca Chirico, che sarà sostituito da Davide Ballerini. Gli altri sei in corsa per i campioni d’Italia saranno Francesco Gavazzi, Mattia Cattaneo, Marco Frapporti, Fausto Masnada, Rodolfo Torres e Andrea Vendrame.