Kevin Rivera ha ottenuto il primo successo da professionista al Tour of China 2. Splendida vittoria per il giovane talento dell’Androni Sidermec Bottecchia.

Il corridore costaricense ha trionfato in solitaria staccando il gruppo sulle salite del parco nazionale di Xuefeng, dimostrando le proprie doti di scalatore.

Entusiasta del primo risultato ottenuto dal suo “pupillo”, Gianni Savio, che ha raccontato la storia di Kevin e il suo primo anno in Androni Sidermec Bottecchia.

“Ho conosciuto Kevin un anno fa, subito dopo averlo visto tagliare il traguardo vittorioso al termine di una corsa della categoria juniores. Ho subito avuto l’impressione che si trattava di un ragazzo con doti particolari e dopo aver effettuato i test, vedendo i risultati eccezionali, ne ho avuto la conferma.

Kevin mi è stato presentato da Paolo Alberati, che l’ha portato in Italia dopo che il suo mentore, Piero Ravaglia, l’ha iniziato alla bici.

Quest’anno Kevin ha corso pochissimo perché ha avuto molti problemi di salute: alla Vuelta del Tachira abbiamo notato che aveva un grave adenoma e l’abbiamo fatto operare qui in Italia. Quando ha potuto riprendere gli allenamenti ha riscontrato problemi alla schiena e abbiamo dovuto fermarlo di nuovo per risolverli.

Abbiamo ovviamente dato la priorità alla salute e ora speriamo che i problemi siano definitivamente risolti.

La sua partecipazione alle corse in Cina era prevalentemente finalizzata all’acquisizione di esperienza, indispensabile per un corridore della sua età. Pensavo e speravo che potesse ottenere un buon risultato ma la vittoria di oggi è andata addirittura oltre le previsioni.

Confidiamo molto in questo ragazzo, che ha firmato con noi un contratto di quattro anni, e intendiamo farlo crescere gradualmente e senza pressioni.”