Un’altra nuova e importante partnership che profuma di storia per l’Androni
Sidermec.
Dalla prossima stagione, infatti, le biciclette Bottecchia in dotazione alla squadra
saranno equipaggiate con le selle San Marco. Riconferma, così, la sua presenza
nel ciclismo che conta un marchio storico e lo fa con il team campione d’Italia e
pronto, grazie alla conquista della Ciclismo Cup, a ricevere una wild card per
partecipare al prossimo Giro d’Italia.
Il nuovo abbinamento in qualche modo riporta poi pure alla ribalta l’accoppiata
Giuseppe Bigolin-Gianni Savio, che tanto ha funzionato, e bene, in passato. Il
primo, storico titolare di Selle Italia, ha investito ad inizio 2016 in una nuova
società che ha rilevato il brand Selle San Marco, alla cui guida oggi c’è la figlia
Giuliana; Savio, da par suo, riprende una collaborazione con la famiglia Bigolin,
che in pratica fa seguito ad almeno venticinque stagioni di grande ciclismo con
l’imprenditore veneto al fianco.
Proprio Savio e Bigolin, durante l’incontro di Romano d’Ezzelino nella sede di
San Marco, hanno approfittato per ricordare alcuni dei successi passati e
rinnovare i propositi di una nuova avventura che ha tutto per ottenere i migliori
risultati. «Con il signor Bigolin» spiega il team manager di Androni Sidermec
Gianni Savio «c’è prima di tutto un rapporto di stima e amicizia. Non possiamo
tutti e due non ricordare le belle soddisfazioni arrivate negli anni». Nella
memoria resta il grande Giro del 2005 dell’allora Colombia Selle Italia che vinse
tre tappe di montagna, la classifica degli scalatori e ottenne il podio finale con il
terzo posto di Rujano. «Non è mai successo che una squadra Professional abbia
ottenuto simili traguardi al Giro d’Italia. Si tratta di un vero record di cui
andiamo fieri e che certo, per la conformazione attuale del ciclismo, appare
assolutamente irripetibile» aggiunge il manager e diesse torinese.
L’accoppiata Bigolin-Savio, insomma, ci riprova e il lungimirante imprenditore,
che ha voluto dare il placet al nuovo abbinamento, è certo «che anche questa
volta arriveranno delle belle soddisfazioni, perché la squadra è ben strutturata,
con buoni corridori e un’ottima gestione».
«La partnership con Androni Sidermec rappresenta una tappa fondamentale per
il rilancio e il consolidamento di un brand storico e importante come quello di
Selle San Marco» fa sapere Giuliana Bigolin, Ceo dell’azienda, nata nel 1935,
che sta tornando con forza a ritagliarsi lo spazio consono al proprio nome. A
siglare il contratto erano presenti anche i due responsabili marketing delle parti:
Marco Bellini per Androni Sidermec e Paolo Frison per Selle San Marco.
I primi riscontri positivi all’abbinata con San Marco sono già arrivati nei giorni
scorsi: nel corso del mini collegiale del team a Cesenatico, infatti i corridori,
durante l’incontro con i responsabili dell’azienda vicentina, hanno potuto provare
e apprezzare in anteprima le nuove selle. Qualità, materiali, confort: ci sono
tutti gli elementi perché il nuovo partner tecnico accompagni in modo vincente
la stagione dell’Androni Sidermec. Il marchio troverà spazio anche sulla nuova
divisa del team: a dare visibilità a San Marco sarà la parte più vicina al
“prodotto sella”, con l’area mediaticamente più evidente sul retro dei calzoncini.