Un terzo, un quarto e un quinto posto. È questo il bilancio dell’Androni Giocattoli Sidermec al Giro dell’Appennino, disputato quest’oggi. Un risultato più che buono perché il podio è arrivato con Fausto Masnada, bravo ad inserirsi nell’azione che ha deciso la corsa, mentre il quarto e il quinto posto, rispettivamente di Francesco Gavazzi e Davide Ballerini, sono arrivati dalla volata del primo gruppo inseguitore regolato con autorità proprio dai due corridori del team campione d’Italia.

Corsa difficile, come da dna, il Giro dell’Appennino, giunto alla 79ª edizione, vinto da Giulio Ciccone davanti al portoghese Amaro Antunes e a Fausto Masnada. I tre si sono involati sulla Bocchetta, la storica salita di questa corsa, quando all’arrivo mancavano più di cinquanta chilometri. Dapprima hanno recuperato i fuggitivi della prima ora e poi via via aumentato il vantaggio anche sulle ultime asperità di giornata, prima del finale in picchiata verso l’arrivo nel centro cittadino di Genova nella centralissima via XX settembre. Nel finale, con il vantaggio lievitato sopra ai tre minuti, Masnada ha provato più volte l’allungo, prima di giocarsi tutto nel serratissimo sprint in leggera salita. Dietro gli altri Androni Giocattoli Sidermec hanno controllato la situazione al meglio. Gavazzi e Ballerini sono stati poi bravi a far valere il loro spunto veloce. Nello stesso gruppo di una ventina di unità hanno chiuso anche Alessandro Bisolti e Rodolfo Torres. I piazzamenti hanno regalato all’Androni Giocattoli Sidermec la vittoria nella classifica a squadre della corsa ligure, consentendo ai campioni d’Italia di ottenere anche un buon bottino di punti per quanto riguarda la classifica della Ciclismo Cup. A festeggiare l’ennesimo podio di questo inizio di stagione e la brillante prova di squadra, fin dalla partenza di Serravalle Scrivia, quest’oggi c’era anche patron Mario Androni. Ed è toccato proprio al primo sponsor della squadra salire sul palco dell’Appennino, con il team manager Gianni Savio, per ritirare il trofeo riservato alla miglior formazione della corsa.

Dalla Francia e dal Tour du Jura, dove era impegnata la seconda squadra dell’Androni Giocattoli Sidermec, invece, sono arrivati i piazzamenti di Matteo Spreafico: 18° ieri nella prima frazione, 13° oggi ad Arbois nella seconda frazione e 15° nella classifica generale.